Lavori raccordo, Ricci: “La situazione è stata sottovaluta, occorre fermarsi”

Lavori raccordo, Ricci: "La situazione è stata sottovaluta, occorre fermarsi"
Lavori raccordo, Ricci: "La situazione è stata sottovaluta, occorre fermarsi"

Lavori raccordo, Ricci: “La situazione è stata sottovaluta, occorre fermarsi”
Lo avevamo detto (da settimane e anche in campagna elettorale) cita Claudio Ricci (portavoce centro destra e liste civiche) auspicando, come indicato da una “mozione unitaria” del centro destra e liste civiche (Consiglieri Mancini, Fiorini, Nevi, De Vincenzi e Squarta), che i lavori sul “nodo” (gallerie) di Perugia Bettolle siano svolti “di notte”, con maggiore intensità nei fine settimana (per quanto possibile) in estate. Gli interventi ANAS (che ringraziamo) sono importanti (20 milioni di euro, in 5 stralci, per almeno 8 mesi) ma “non si più può bloccare Perugia e gran parte dell’Umbria con riverberi negativi per la viabilità fra il nord e il sud d’Italia.

Probabilmente la situazione “non è stata valutata attentamente per la sua gravità” (già oggi, ai primi movimenti di cantiere, file “non accettabili”).

Nel prossimo Consiglio Regionale dell’Umbria si discuterà della “bretella stradale esterna” (per evitare il “nodo” e le gallerie): un progetto che “arriva in ritardo” (dopo che era stato approvato dal CIPE negli anni 2001/2006) e che bisogna realizzare “per intero” nei tratti Corciano/Madonna del Piano/Collestrada con due corsie per senso di marcia (eventuali stralci devono essere compatibili con il progetto generale).

Per i lavori attuali occorre “fermarsi” (le autorità competenti devono intervenire, altrimenti si creeranno “gravi problematiche”) e capire bene come procedere concentrando gli interventi (anche se si attiveranno incrementi di costi) di notte e (per quanto possibile) nei fine settimana e in estate.

Lavori raccordo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*