Inquinamento dei fiumi Marroggia, Clitunno, Timia e Teverone, intervenga Regione

Inquinamento dei fiumi Marroggia, Clitunno, Timia e Teverone, intervenga Regione

“La Giunta regionale intervenga per risolvere il problema dell’inquinamento dei fiumi Marroggia, Clitunno, Timia e Teverone, visto che dai rilievi effettuati nel corso del tempo sono emersi, in relazione alla qualità ambientale, dati preoccupanti che richiedono una attenta valutazione e un’adeguata soluzione”. Lo chiedono, con una mozione, i consiglieri Silvano Rometti (Socialisti e Riformisti) e Giuseppe Biancarelli (Umbria più uguale).

La richiesta degli esponenti di maggioranza “nasce dalla necessità di intervento nel territorio dei Comuni di Spoleto, Campello sul Clitunno, Trevi, Montefalco, Foligno e Bevagna dovuta alla criticità determinata dall’inquinamento verificatosi lungo il corso dei fiumi Marroggia, Clitunno, Timia e Teverone. Lo studio ed il monitoraggio di tale criticità ha visto, negli anni passati, l’avvio di iniziative importanti come la procedura del Contratto di Fiume per la riqualificazione ambientale e paesaggistica e la valorizzazione del bacino idrografico di Clitunno, Marroggia, Topino, ed il coinvolgimento dei Comuni interessati, della Provincia di Perugia, dei Comitati (come quello per la difesa dell’Acqua e dell’Aria di Bevagna), di Arpa Umbria, dell’Ato 3, della Usl Umbria 2 e della Vus”. Sarebbe dunque necessario, secondo Rometti e Biancarelli, che la Giunta regionale adottasse “tutte le iniziative necessarie e a rafforzare il percorso di prevenzione e a procedere alla risoluzione del problema dell’inquinamento dei fiumi Marroggia, Clitunno, Timia e Teverone, attraverso la collaborazione con le istituzioni, i comitati ed i cittadini interessati”.

Inquinamento dei fiumi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*