Incremento diplomandi con 100 e Lode, Umbria al secondo posto

Sostenere una loro attività studio lavoro in Azienda

Se la ferrovia centrale umbra chiude si conclude il governo regionale
Claudio Ricci

Incremento diplomandi con 100 e Lode, Umbria al secondo posto

da Claudio Ricci (Consigliere Regionale)
L’Umbria al Secondo Posto in Italia per Incremento di Diplomandi con 100 e Lode. Sostenere una loro attività studio lavoro in Azienda. In relazione a dati recenti (MIUR Ministero Istruzione Ricerca e Università) l’Umbria è al secondo posto, fra le regioni italiane, nella crescita del numero di maturandi (+2.4%), con il risultato di 100 e lode, nel rapporto fra gli anni 2016/2017.
Il numero di maturandi con lode si attesta, nella Regione Umbria, a poco oltre i 150 ma rappresentano una “preziosa energia creativa e strategica”, soprattutto per una piccola Regione, ai fini dello sviluppo socio culturale, economico e nella ricerca (brevetti).
In una “mozione propositiva”, presentata in Consiglio Regionale, si invita la Giunta Regionale a promuovere, a partire dagli strumenti finanziari 2018, un programma (inserendolo negli appropriati strumenti normativi regionali e nel quadro delle misure europee) che, insieme all’Universitá di Perugia, definisca un “percorso formativo Università lavoro” per i maturandi, con 100 e lode, che si iscrivono all’Università di Perugia.
Inoltre si propone di destinare, per l’anno finanziario 2018 in via sperimentale, un contributo sino a 3.000 €, per studente, come “rimborso delle spese” per una esperienza “studio lavoro” in una impresa, anche per lo sviluppo di attività innovative e di ricerca, in assonanza con i piani di studio universitari, e da svolgere entro la conclusione degli studi universitari (laurea di primo livello), anche nel quadro della tesi di laurea.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*