Incoerenza Pd, in Umbria attaccano Juncker, a Bruxelles gli aprono la porta

Il Movimento 5 Stelle attacca presidente Marini

Incoerenza Pd, in Umbria attaccano Juncker,  a Bruxelles gli aprono la porta BRUXELLES – “La Marini ha sbagliato partito, oppure si era stranamente distratta mentre il suo partito votava in Parlamento”. Così i portavoce umbri M5S Agea, Carbonari, Liberati, Ciprini, Gallinella e Lucidi ribattono alla curiosa presa di posizione della Presidente Marini, lanciatasi ieri in “un´inaspettata e contradditoria arringa contro il Piano Juncker – quello stesso Piano che il Partito Democratico ha ampiamente supportato nel giugno 2015 con un voto decisivo al Parlamento europeo”.

“Come da tradizione piddina, la mano destra non sa quello che fa la mano sinistra – affermano i portavoce pentastellati mentre impugnano il documento che inchioda il voto del PD – Il Partito Democratico continua imperterrito a coltivare le grandi amicizie nei salotti di Bruxelles, regalando voti agli artefici di quella austerità che la Marini, improvvisamente, riconosce ora come dannosa per l´Italia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*