Inagibilità e pericolosità di via del Parione, interrogazione dei consiglieri Bistocchi e Bori

Quali sono le tempistiche per la risoluzione della situazione di inagibilità e di pericolosità di Via del Parione

Inagibilità e pericolosità di via del Parione, interrogazione dei consiglieri Bistocchi e Bori

Inagibilità e pericolosità di via del Parione, interrogazione dei consiglieri Bistocchi e Bori (PD) PERUGIA – I Consiglieri Comunali del PD Sarah Bistocchi e Tommaso Bori hanno presentato un’interrogazione sulla situazione di inagibilità e di pericolosità di Via del Parione.

Con l’atto i firmatari chiedono quali sono le tempistiche per la risoluzione delle criticità attuali della zona suddetta e quale sia la portata reale dei danni subiti dalla zona, a chi spetti farsene carico, come si intende procedere, e se, ad oggi, è già previsto un piano di interventi per la messa in sicurezza e per la riapertura della strada.

Di seguito il testo dell’interrogazione:

“Via del Parione, strada sita nel cuore di Porta Eburnea, a ridosso del centro storico adiacente a Piazza del Circo, è stata chiusa per motivi di sicurezza nel mese di novembre a causa della caduta di coppi dal tetto dell’ex carcere femminile, con un alto rischio di pericolosità per residenti e per chiunque si trovasse a passare in zona;

Tra le cause del blocco la bufera dell’11 novembre scorso, a seguito della quale dal tetto dell’edificio di proprietà del demanio, abbandonato da tempo, erano cadute delle tegole. Su segnalazione dei Vigili del Fuoco si era quindi intervenuto con una ordinanza per mettere in sicurezza il passaggio verso Piazza Santo Spirito ed evitare così che la caduta si ripetesse mettendo in pericolo persone e veicoli, attraverso alcuni ponteggi per sorreggere la struttura dell’ex carcere femminile. Successivamente però il Dipartimento Carcerario di Perugia, a seguito di un sopralluogo, ha annunciato che erano state individuate delle pericolosissime crepe interne, forse anche dovute all’ultimo terremoto, compromettendo la stabilità delle mura dell’ex carcere;

A distanza di quasi tre mesi le condizioni di Via del Parione appaiono ancora assai critiche: la via, infatti, risulta ad oggi ancora inagibile agli autoveicoli e difficoltosa da percorrere anche per i pedoni. Si tratta di una situazione di grande disagio in cui i residenti chiedono di essere informati e di non essere lasciati soli. Non risulta essere stata comunicata, infatti, alcuna informazione, nonostante nell’immediato sembrava essere una situazione risolvibile in poco tempo: i ponteggi di sicurezza dovevano essere rimossi prima di Natale, quando invece non si hanno ancora notizie sulle tempistiche di riapertura e/o su eventuali lavori di messa in sicurezza (di seguito alcune foto);

Tale situazione causa, però, grandi disagi per chi abita nel quartiere, costringendo a fare lunghi giri per arrivare alla propria abitazione, ma anche tanti problemi per una zona della città che rischia la desertificazione urbana e l’impoverimento commerciale. E’ necessario, quindi, risolvere tali criticità nel più breve tempo possibile, garantendo sia la sicurezza per pedoni ed autoveicoli, sia assicurando la riapertura della strada, anche al fine di realizzare l’obiettivo del rilancio del centro storico, difficilmente realizzabile finché perdureranno situazioni di tale disagio in zone così centrali della città;

Tutto ciò premesso, si chiede di sapere:

Quali sono le tempistiche per la risoluzione della situazione di inagibilità e di pericolosità di Via del Parione;

Quale sia la portata reale dei danni subiti dalla zona, a chi spetti farsene carico, come si intende procedere, e se, ad oggi, è già previsto un piano di interventi per la messa in sicurezza e per la riapertura della strada”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*