Illuminazione via dei Filosofi, Tamburi: “E’ lodevole l’impegno ma…”

Realtà Popolare
Realtà Popolare

Illuminazione via dei Filosofi, Tamburi: “E’ lodevole l’impegno ma…”
da Giampiero Tamburi (Realtà Popolare, Coordinatore Provinciale)
È lodevole l’mpegno…che una parte degli amministratori, finalmente, mette mano nel cercare di ridare un volto nuovo a quello che è stato, fino ad ora, un quartiere perso in mezzo alla città di Perugia. Ma, purtroppo, mettere qualche candelina in più in via dei Filosofi non è o qualcuno non pensasse che, “abracadabra”, si risolverà lo stato di degrado nel quale, per anni sopra anni, è stata abbandonata quella zona che, insieme a via della Pallotta, via Campo di Marte e Fontivegge, nel suo complesso, risultano le zone più pericolose perché la delinquenza ha assunto come primario campo di battaglia per le sue nefaste scorrerie: si ricordi l’ultimo omicidio che è avvenuto lungo via della Pallotta, i furti in negozi che più volte hanno dovuto sopportare, gli scippi ai semafori o agli anziani sbattuti per terra sempre per lo stesso motivo, tanto per dirne qualcuno.

È significativo, per questo stato di cose, il fatto che, per quasi metà della sua lunghezza, via dei Filosofi sia l’accesso al Parco di Sant’Anna, tristemente famoso per il suo richiamo di spacciatori, tossici, prostitute, trans e quant’altro la malavita possa offrire.

Un parco che, disgraziatamente, condiziona in quel senso tutta la zona del quartiere sopra menzionato. Un parco lasciato nel più totale stato di incuria e di degrado, sia dal punto di vista sociale quanto di quello strutturale, dalle nostre amministrazioni che tutto fanno meno adoperarsi per cambiare le cose in meglio. Ad onor del vero una cosa è stata fatta: vi ricordate del kit da giardiniere donato alle varie Associazioni con l’intento che le medesime dovevano ramazzare, pulire e decespugliare tutto il parco con la favolosa somma di 700 euro ogni anno per sopportare tutte le eventuali spese? Peccato che quel progetto sia finito in una specie di ridicolo tentativo di addossare la colpa del degrado e dell’incuria ai cittadini che, fortunatamente, hanno capito in tempo.

Per tornare a via dei Filosofi, principale scopo di questa chiacchierata, ci sarebbero da dire tantissime cose ma ne evidenziamo solo due che ci sembrano le più importanti, le altre saranno i cittadini a denunciarle. I nostri Consiglieri, i nostri Assessori ed il nostro Sindaco, oltre che piazzare alcuni punti di luce in più o asfaltare la via (finalmente!) dovrebbero farsi alcune domande, come per esempio il perché in tutta la lunghezza della via non esiste un solo negozio di generi alimentari e come mai, negli ultimi anni, esercizi commerciali, in una notevole misura, sono stati aperti e chiusi con notevole perdita di forza lavoro e di ricchezza persa per tutta la città.

http://www.umbriajournal.com/politica/illuminazione-via-dei-filosofi-tracchegiani-maggiore-sicurezza-181026/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*