IL PD CASTIGLIONESE HA DECISO I CRITERI PER LA LISTA: «INTERO PARTITO RAPPRESENTATO»

pd(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Si è svolta mercoledì sera la prima direzione comunale del Partito Democratico di Castiglione del Lago dopo le primarie di coalizione che hanno visto la schiacciante affermazione di Sergio Batino. «Clima cordiale fra Sergio Batino e Matteo Burico – ha sottolineato Mario Felicioni, segretario comunale del PD – con spirito costruttivo da parte di tutti. Burico ha promesso di lavorare intensamente per il partito e per il candidato Batino in vista della difficile tornata elettorale del 25 maggio, visto che l’obiettivo della coalizione è quello di vincere al primo turno ed evitare il ballottaggio dell’8 giugno. Questo atteggiamento è stato accolto positivamente da tutta la direzione e quindi il nostro lavoro procede al meglio, con la giusta serenità e con la possibilità di operare con calma per rappresentare, attraverso i candidati che sceglieremo, le istanze di tutti i cittadini castiglionesi».

La direzione ha poi approvato i criteri di selezione delle candidature del PD che terranno conto della logica rappresentanza del capoluogo e delle frazioni, della parità di genere fra donne e uomini, dei valori e delle capacità espresse nel consiglio comunale uscente (già ampiamente rinnovato e ringiovanito nel 2009). «La lista rappresenterà l’intero partito – ha sottolineato Felicioni – nelle sue varie sfaccettature, anche al di là dell’assetto uscito fuori dal risultato delle primarie di domenica scorsa.

Importante apertura ai “dissidenti” ex PD che cinque anni fa fondarono Progetto Democratico. Il segretario Felicioni ha fatto approvare una risoluzione sulla questione: «Riteniamo superata e ricomposta la “frattura” del 2009. Tutti coloro che fanno parte di Progetto Democratico, ma che provengono ed hanno la propria matrice storica nel PD, possono riprendere la tessera nel 2014 con la condizione di mantenere serietà, coerenza politica e naturalmente senza sostenere direttamente o indirettamente liste a noi contrapposte. Vogliamo così porre fine alla “diaspora” di cinque anni fa».

Il Municipio di Castiglione del Lago
Il Municipio di Castiglione del Lago

La direzione ha infine sostenuto la possibilità, se ne matureranno le condizioni, di allargare la coalizione ad una ulteriore lista a sostegno di Batino, oltre a PD ed alla lista unitaria di Rifondazione e SEL, sempre mantenendo l’assetto di coalizione e cercando di aumentarne l’equilibrio: «Questa terza lista, se riuscirà a venire a galla, secondo noi dovrebbe racchiudere al suo interno e quindi intercettare meglio le sensibilità “civiche” moderate e cattoliche, di quegli elettori che pur volendo sostenere Batino, non hanno però intenzione di votare nessuna delle due liste ora presenti in coalizione».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*