Il ministro Orlando in Umbria per Catiuscia Marini

Catiuscia Marini, dimissioni Barberini : "Non mi piego ai ricatti politici"

da Rosita Maggesi (coordinatrice regionale UPG)
Nella giornata di ieri, presso la Sala del Palazzo della Provincia si è tenuta la presentazione della candidatura della uscente Presidente Catiuscia Marina alla guida della Regione.
La presentazione è stata presentata dal segretario regionale Giacomo Leonelli alla presenza del ministro della giustizia Andrea Orlando, il quale ha focalizzato la sua attenzione sul tema oggetto del dibattito, ovvero il tema della giustizia.
Numerosi sono stati gli interventi dei partecipanti tra cui quello della coordinatrice regionale dei tirocinanti della giustizia dell’Umbria, Rosita Maggesi,la quale ha chiesto al ministro quale intervento fosse in programmazione a tutela del pluriennale lavoro svolto dai tirocinanti all’interno degli uffici giudiziari per il loro efficentamento.
Sulla stessa nota è intervenuto il Presidente della Corte di Appello che a sostegno degli ex tirocinanti ha sottolineato come in organico ci sia bisogno di personale nuovo in grado di interagire in maniera efficienti con i nuovi sistemi informatici che la giustizia.
Il ministro ha dichiarato che la riforma in atto delle Province avrà una modalità che permetta alle Regioni di mettere a disposizione personale amministrativo, che può provenire dalle stesse Province e dalle ex Comunità montane, garantendo al contempo la riqualificazione del personale della giustizia e l’assorbimento di una parte degli ex tirocinanti all’interno dell’ufficio del processo in tempi brevissimi.
Prosegue il Ministro :”Affrontiamo il tema giustizia perché ci sono degli aspetti connessi alle sedi, alla digitalizzazione, al personale e ad altri aspetti come il reinserimento dei detenuti e la sanità penitenziaria sui quali la collaborazione tra Governo nazionale e Regioni è centrale per dare risposte di qualità”.
La candidata alla regione Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria e candidata del centrosinistra ad un secondo mandato, è intervenuta al dibattito pubblico “Giustizia e riforme per una regione più competitiva”, garantendo che nella campagna elettorale si occuperà anche di giustizia in quanto ritiene sia non soltanto un pezzo centrale del sistema Paese, ma sia anche connessa al modello di regione che si vuole costruire nei prossimi anni e di cui si vuole far carico politicamente, pur con la consapevolezza che ci sono dei punti importanti che si dovranno affrontare col ministro: la giustizia civile ed il relativo funzionamento sul territorio, la dotazione del personale amministrativo e delle cancellerie che permetta ai tribunali di questa regione e all’insieme dell’amministrazione della giustizia di poter funzionale nelle modalità e nelle forme più adeguate, anche per poter rispondere alle esigenze di cittadini e imprese”.
“Stiamo portando avanti una riforma del civile che semplificherà indubbiamente i tempi e stiamo ottenendo già dei risultati positivi sulla riduzione del contenzioso. E poi stiamo chiudendo un bando di mobilità dalle Province, unitamente alla questione della riqualificazione ed assorbimento degli extirocinanti, che consentirà di dare risposte ad uno dei problemi principali che è la carenza di personale amministrativo”. Queste le parole del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, sull’implementazione dell’iter giudiziario.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*