Ikea a Collestrada, Pd, sì, ma con miglioramento viabilità urbana ed extra

Sindaco e gli assessori direttamente coinvolti si scuotano dal loro torpore 

Ikea a Collestrada, Pd, sì, ma con miglioramento viabilità urbana ed extra

Ieri mattina il Circolo PD di Collestrada ha tenuto il suo congresso. Durante l’assemblea, oltre alla riconferma di Elena Chioccoloni nel ruolo di segretaria del Circolo e alla elezione del direttivo gli iscritti hanno affrontato il tema dell’insediamento Ikea. Il dibattitto è stato particolarmente partecipato con molti interventi da parte degli iscritti.

A seguito di questo il Circolo ha provveduto a stilare un documento allegato agli atti del congresso in cui si fissano dei punti ritenuti imprescindibili per il territorio.

Il nostro circolo – ha concluso il dibattito Elena Chioccoloni – espressione territoriale di un partito responsabile e con una radicata cultura di governo, non manifesta un no generico ed ideologico al progetto Ikea, ma è, anzi, favorevole all’insediamento contiguo al Centro Commerciale Collestrada a patto che ci sia un impegno concreto da parte del Comune, di ANAS e di Ikea stessa a migliorare la viabilità urbana ed extraurbana della frazione; a investire le risorse che deriveranno dagli oneri di urbanizzazione sul territorio implementando le aree verdi e gli spazi associativi mantenendo la continuità di collegamenti tra la parte alta dell’abitato di Collestrada, la zona bassa (dove sono ubicati i servizi principali come l’ufficio postale, il CVA, le aree verdi, il bar e le altre attività commerciali), la zona produttiva e residenziale di via della Valtiera e l’area di via Ranco oggetto negli ultimi anni di una forte espansione urbanistica.

Riteniamo opportuno che il Comune di Perugia provveda ad una revisione completa ed organica della viabilità interna alla frazione migliorando le infrastrutture di collegamento stradali e ciclopedonali. Ci auguriamo che tra le opere accessorie che si realizzeranno ci sia un collegamento diretto al percorso ciclopedonale del Tevere al fine di favorire la mobilità dolce del territorio.

Sul piano dell’attività politica continuerà la nostra interlocuzione con il Gruppo consiliare del Partito Democratico affinché vengano riportate nelle sedi opportune i dubbi e le preoccupazioni degli abitanti di Collestrada.

Auspichiamo che il Sindaco e gli assessori direttamente coinvolti si scuotano dal loro torpore  partecipando e condividendo i progetti con tutti i cittadini e tutte le associazioni del territorio prima del loro passaggio in Consiglio Comunale.”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*