Unipegaso

I primi cinquant’anni, il compleanno della Presidente Catiuscia Marini

PER LA FESTA DI OTTOBRE NIENTE REGALI A LEI MA DONAZIONI A SAVE THE CHILDREN

I primi cinquant'anni, il compleanno della Presidente Catiuscia Marini
ccatiuscia-marini

I primi cinquant’anni, il compleanno della Presidente Catiuscia Marini

PERUGIA – Sappiamo che oggi è stata una giornata terribile per l’Umbria e, magari sarà sfuggito a quasi tutti, che oggi è il compleanno di Catiuscia Marini. La presidente dell’Umbria infatti è nata a Todi il 25 settembre del 1967 ed ha compiuto 50 anni.

Da quello che ne sappiamo noi, oggi, proprio per questa ricorrenza, si sarebbe voluta concedere un giorno di riposto. Ma, invece, sapete tutti come è andata con l’aggressione ai giudici e il ferimento di tre persone dentro il tribunale civile di Perugia. E per la Presidente, che taglia il traguardo dei suoi “Primi cinquant’anni”, c’è un bel daffare lo stesso.

Non sarà sfuggita l’immediata comunicazione che la stessa Presidente ha emesso subito dopo aver appreso del fatto di sangue. Costantemente in contatto con il suo Portavoce, Franco Arcuti, ci dicono e con uno dei suo collaboratori più vicini, Valentino Valentini. Oggi, in ogni caso, una festa in famiglia, ma – e chi ce lo ha raccontato è un collega evidentemente bene informato – ai primi di ottobre organizzerà un ricevimento, una cena al Relais Todini, dove ci saranno invitati scelti e molto vicini a lei.

Ma la cosa che colpisce di più è che, in quella che sarà a tutti gli effetti una festa tra amici e persone che la affiancano, lei non vorrà regali.

Pare abbia già dato indicazioni in merito, a chi andrà alla festa, invece che il regalo, ha fatto sapere che vuole una donazione per “Save The Children”, organizzazione internazionale che si occupa di bambini.

Creata il 19 maggio 1919è nota come rete di associazioni umanitarie nazionali facenti capo a International Save the Children Allianceorganizzazione non governativa con sede a Londra. Presente in 27 paesi, in Italia è rappresentata da Save the Children Italia, che ha lo status di ONLUS. L’International Save the Children Alliance ha status consultivo presso il consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite.

Non sorda affatto al dolore di chi è meno fortunato, è da sempre molto sensibile alle tematiche dei bambini.

L’11 aprile del 2016, in occasione di un suo viaggio in Malawi con il cardinal Gualtiero Bassetti, ebbe a scrivere: “Questa notte partirò per un viaggio (privato) in Africa con l’Associazione Amici del Malawi Di Perugia. Si tratta di uno dei paesi più poveri del continente africano e quindi del mondo. A Zomba l’associazione sostiene da alcuni anni una serie di attività soprattutto in campo sanitario e la Regione nel corso degli anni ha sostenuto sopratutto materiali e strumentazioni provenienti dalle strutture sanitarie umbre….. Insieme al cardinale Bassetti faremo una prima tappa in Sudafrica e poi in Malawi….

Siamo in una parte straordinaria del continente africano per natura, animali, paesaggio, riserve naturali, ma anche in un’area ancora piena di disuguaglianze e contraddizioni, povertà estrema da una parte ma anche potenza in ascesa (Sudafrica) ….. Sono i luoghi delle contraddizioni europee, dell’apartheid, dello sfruttamento ma anche delle scoperte leggendarie di Livingstone…..

L’Africa ci interroga sulle materie prime, sulle povertà, sulle nuove ricchezze, sulle forme di governo, sulle relazioni geopolitiche…. Ma soprattutto sollecita i nostri valori, il nostro sguardo sul mondo, le nostre idee di giustizia sociale e di uguaglianza….l’Africa con i suoi colori, suoni, emozioni forti ed estreme….”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*