Grande mobilitazione per il Frecciarossa a Perugia, Squarta, Umbria è isolata

Secondo Squarta “non è spiegabile che la Regione Basilicata sia riuscita ad ottenere il collegamento ad Alta velocità per le sue città

Frecciarossa da Perugia a Milano, Squarta, una nostra battaglia vinta

Grande mobilitazione per il Frecciarossa a Perugia, Squarta, Umbria è isolata

PERUGIA – “Il settore turistico, l’economia regionale e gli umbri non possono restare nell’isolamento, privi di una rete ferroviaria ad alta velocità e senza collegamenti rapidi con la Capitale e il centro nord del Paese”. Lo rileva il consigliere Marco Squarta (Fratelli d’Italia) che invita “cittadini, imprese e categorie sociali ed economiche dell’Umbria ad attivarsi per sostenere la mobilitazione che il Gruppo regionale di Fratelli d’Italia organizzerà a Perugia per chiedere alla Giunta regionale di rispettare la mozione approvata dall’Assemblea legislativa mettendo in campo ogni azione per spostare il Frecciarossa da Arezzo al capoluogo di regione”.

Per il consigliere “l’immobilismo della Regione è inaccettabile su una tematica fondamentale come quella della mobilità ferroviaria, già fortemente indebolita dalla chiusura della Fcu. L’atto di indirizzo approvato in modo bypartisan dall’Aula di Palazzo Cesaroni chiedeva all’Esecutivo un impegno concreto per far uscire l’Umbria dall’isolamento, facendo arretrare il Frecciarossa da Arezzo a Perugia.

Invece non è successo nulla: i turisti hanno difficoltà a raggiungere i nostri borghi, tanto che anche il Corriere della sera inserisce Perugia tra le città ‘Belle e impossibili’ da raggiungere, e le grandi aziende risentono delle difficoltà viarie che caratterizzano il nostro territorio”.

Secondo Squarta “non è spiegabile che la Regione Basilicata sia riuscita ad ottenere il collegamento ad Alta velocità per le sue città mentre l’Umbria resta ferma a guardare i treni che passano lontani dalle sue stazioni.

Ho già attivato – conclude – il Comitato regionale di vigilanza ma ritengo necessaria una mobilitazione regionale affinché l’Esecutivo di Palazzo Donini dia finalmente una risposta concreta alle esigenze di mobilità, rapida ed ecologica, facendo passi concreti per ottenere l’arretramento del Frecciarossa da Arezzo a Perugia”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*