GIULIETTI ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 1° MAGGIO DI CGIL, CISL E UIL

1-maggio(UJ.com3.0) PERUGIA – “Quest’anno le organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL hanno scelto Perugia e l’Umbria come sede della manifestazione nazionale del Primo maggio e la scelta non è stata certo casuale. La nostra terra, da simbolo del lavoro, è diventata emblema della crisi occupazionale, con 28mila posti di lavoro persi, oltre 100 crisi aziendali, decine di migliaia di cassintegrati e disoccupati. Un quadro drammatico a cui si aggiunge la tragedia del Broletto, dove lo scorso marzo due dipendenti della Regione Umbria hanno perso la vita, vittime della follia omicida figlia anche della profonda crisi, non solo economica, ma anche sociale e valoriale che attanaglia il nostro Paese.

 

E’ per questo che da Perugia e dall’Umbria deve partire un messaggio di speranza, speranza per i tanti disoccupati, cassintegrati, precari e lavoratori che rischiano il posto di lavoro o che un posto di lavoro non lo hanno ancora trovato. Il primo articolo della nostra Costituzione recita che l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro; oggi più che mai abbiamo il dovere di applicare i principi della nostra Carta Costituzionale e di rimettere al centro dell’attenzione il lavoro, priorità assoluta del neonato Governo Letta ed unica strada da percorrere per uscire dalla profonda crisi economica e finanziaria in cui versa il Paese. Per tutti questi motivi domani anche io parteciperò alla manifestazione nazionale del Primo Maggio di CGIL, CISL e UIL, al fine di dimostrare la mia vicinanza a tutti i lavoratori e ribadire il mio impegno in Parlamento per far sì che il lavoro torni ad essere un diritto di tutti e per tutti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*