Giuliano Granocchia (Umbria più Uguale): “Parleremo di sanità nella nostra conferenza di programma”

PERUGIA – “Venerdì 15 maggio alle ore 17,30 presso l’Hotel Il Perugino affronteremo l’importante tema dell’organizzazione dei servizi sanitari in Umbria”. Con la nostra conferenza di programma, dichiara Giuliano Granocchia, candidato alle elezioni regionali 2015 lista “Umbria più Uguale”, “avevamo stabilito un patto con gli elettori e le elettrici dell’Umbria”. Il programma di SEL e della lista Umbria più uguale sarebbe stata la discriminante della nostra campagna elettorale e della richiesta di un voto per la lista dei candidati di Sinistra Ecologia e Libertà nella lista Umbria più uguale. L’iniziativa sulla sanità dà corpo e sostanza a questo impegno perché da sempre l’accesso ai servizi alla salute rappresentano la discriminante tra un buon Governo regionale e un cattivo Governo nazionale. “Sappiamo – dichiara – che molte cose del sistema sanitario umbro subiscono la crisi dovuta ai tagli del Governo nazionale ma anche la crisi di un sistema della governance non sempre trasparente e all’altezza della sfida legata al costante miglioramento dei servizi”. L’iniziativa servirà a presentare alcune tematiche affrontate da SEL Umbria, in particolare in questi mesi, da tradurre in iniziative programmatiche.

Questo il programma dell’iniziativa dal titolo “Sanità e Sociale”:
Introdurrà il medico specialista Marco Bertozzi che affronterà il tema della Proposta di legge concernente le Modificazioni alla legge regionale 12 novembre 2012, n. 18, ordinamento del Servizio sanitario regionale, secondo le proposte presentate dal Comitato promotore e che SEL ed “Umbria piu’ Uguale” si impegnano a sostenere.

Seguirà Francesco Brasacchio che affronterà alcuni temi relativi alla programmazione regionale. Simona Fabbrizzi illustrerà la tutela del Volontariato ed in particolare i temi della tutela degli animali maltrattati ed abbandonati. Michele Mommi parlerà di Educazione all’affettività ed infine, Giuliano Granocchia concluderà trattando il problema degli anziani e della non autosufficienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*