Giorno della Memoria, Flamini: “Celebriamo contro revisionismi e nuovi fascismi”

Ricordare è fondamentale per continuare a contrastare ogni forma di violenza e per salvaguardare la democrazia.

Giornata della memoria

Giorno della Memoria, Flamini: “Celebriamo contro revisionismi e nuovi fascismi”

Rifondazione comunista dell’Umbria invita tutte le forze politiche e sociali democratiche della nostra regione a celebrare il “Giorno della Memoria”, una celebrazione che cade oggi 27 gennaio perché il 27 gennaio 1945 i cancelli di Auschwitz furono abbattuti dall’Armata Rossa, ridando la libertà ai pochi sopravvissuti del più grande sterminio di massa del XX secolo.

Ricordiamo la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico, ricordiamo le leggi razziali, la persecuzione fascista dei cittadini ebrei e di tutti quegli italiani che si sono opposti alla barbarie nazifascista subendo la deportazione, la prigionia, la morte.

Vogliamo e dobbiamo ricordare l’ignominia di quella tragedia e l’eroismo di chi ha cercato di opporvisi, soprattutto oggi, in una fase di crisi sociale, economica e culturale che attraversa il nostro Paese e l’Europa e che lascia intravedere l’insorgenza di nuovi fascismi, negazionismi e revisionismi.

Vogliamo e dobbiamo ricordare per difendere la nostra democrazia, riconquistata in gran parte dell’Europa con il sangue e il sacrificio di tanti giovani impegnati nell’antifascismo e nella lotta di Resistenza, per garantire le libertà e i diritti civili, sociali e politici.

Sappiamo bene cosa è stato il nazifascismo nel nostro paese, sappiamo bene cosa è stato il nazifascismo in Umbria.

Ricordare è fondamentale per continuare a contrastare ogni forma di violenza e per salvaguardare la democrazia.

Giorno della memoria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*