Mobilità, Leonelli (Pd): Gimo non lascia ma raddoppia, grazie all’impegno della Regione

I Consiglieri del Partito Democratico Giacomo Leonelli e Carla Casciari si sono a lungo battuti per l’istituzione del servizio sperimentale prima dell’estate e ora per la riattivazione di "Gimo"

Il consigliere regionale del Partito Democratico Giacomo Leonelli ha presentato nell'Aula di Palazzo Cesaroni interrogazioni e mozioni sul servizio Gimo
Il consigliere regionale del Partito Democratico Giacomo Leonelli ha presentato nell'Aula di Palazzo Cesaroni interrogazioni e mozioni sul servizio Gimo

Mobilità, Leonelli (Pd): Gimo non lascia ma raddoppia, grazie all’impegno della Regione

Da ieri sera, dopo il servizio sperimentale effettuato prima dell’estate, è ripreso il servizio di mobilità notturna Gimo (Giovani in Mobilità).

“Si tratta di una conquista per la quale io e la collega Carla Casciari – spiega il consigliere regionale del Partito Democratico Giacomo Leonelli – ci siamo spesi molto, presentando in Consiglio regionale interrogazioni e mozioni affinché la città di Perugia potesse avere un servizio di pullman che, nelle serate del venerdì e del sabato, consentisse agli studenti universitari, e non sono a loro, di potersi spostare da una zona all’altra della città”.

“Voglio ricordare anche – prosegue Leonelli – che la Giunta e Consiglio comunale di Perugia non si sono mai pronunciati a favore della mobilità notturna, ma che dopo il successo della sperimentazione effettuata nei mesi scorsi e grazie al nostro lavoro congiunto con le associazioni studentesche Sinistra UniversitariaUDU Perugia e Altrascuola Retedeglistudentimedi Perugia, il servizio, finanziato dalla Regione Umbria è ripreso da ieri sera”.

“Ora – conclude Leonelli – lavoreremo per rendere permanente il servizio, attraverso la nostra azione politica in Consiglio regionale e con il Gruppo consiliare a Palazzo dei Priori che ha già ufficializzato di aver chiesto l’inserimento del GIMO nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile del Comune di Perugia”.

La nuova proposta razionalizza i costi, migliora la frequenza e raddoppia sia i territori attraversati che l’utenza servita grazie a due linee di mobilità notturna. Il servizio, in funzione ogni venerdì e sabato dalle 22 alle 2, offrirà tre linee, Gimo 1 e 2 e la new entry, Gimo Ponti.

 

Nello specifico:

1. Linea Circolare GIMO (nei due sensi di marcia), ovvero la linea già sperimentata ma ampliata per interessare il quartiere di San Marco, la periferia di Ellera e Olmo, l’asse Ponte della Pietra-Via Settevalli e il quartiere di Via dei Filosofi.

2. Linea Circolare GIMO PONTI (in un senso), la nuova linea che congiunge l’asse dei principali quartieri periferici lungo la linea del Tevere, cioè Ponte San Giovanni, Ponte Valleceppi e Ponte Felcino, con Monteluce, l’Acropoli e il quartiere di Piscille.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*