Giampiero Tamburi: una valutazione (da cittadino)…sull’accaduto

Giampiero Tamburi, Impianti sportivi comunali
gianpiero TAMBURI

da Giampiero Tamburi (Movimento Popolare di Mediazione)
Anche se, a prima vista può non sembrare evidente, sicuramente qui da noi, in Umbria, le cose sono andate diversamente da come superficialmente possano sembrare. Le incrinature che l’equilibrio politico ha subito, con le votazioni regionali attuali, sono molte e significative.

Il problema non sono tanto le percentuali, difficili da paragonare con quelle passate ma, a ragion veduta, è l’oggettività del durissimo colpo che la sinistra ha subito, se paragonato alla situazione dei consensi e della posizione dominante avuti nella tornata del 2010. Un fatto è certo e incontrovertibile: la posizione di predominanza politica che, da moltissimi anni, aveva nella nostra regione, in qualche modo si sta scemando per varie ragioni che è facile intuire. Ma, contemporaneamente a guardare bene, la destra cosi detta storica, non ha modo di stare tranquilla.

Anche se, a fare la conta dei meri numeri, può sembrare che a fatto un qualche passo in avanti, analizzando a fondo ed interpretando l’accaduto ed altresì conoscendo bene la geografia politica della nostra regione, ci si può rendere facilmente conto che ciò è dovuto, in parte, solo ad un’azzeccata accoppiata dei cavalli che hanno corso dalla stessa parte e, dall’altra, una crescita di forze che, per il loro modo di relazionarsi con il resto del quadro politico, renderanno più difficile la il lavoro di chi va a gestire gli affari amministrativi della nostra regione.

Una considerazione che va aldilà delle valutazioni di parte è che tutti, ma proprio tutti gli attori della scena politica e non solo a livello regionale, dovrebbero fare è di domandarsi come mai c’è stata una così ampia e preoccupante disaffezione al diritto/dovere di ogni cittadino di recarsi alle urne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*