Frutta e verdura irregolari Lega Nord Umbria fa esposto a Terni

È necessario tutelare i dettaglianti che osservano le regole, preservarli dalla concorrenza sleale di questi commercianti

Frutta e verdura irregolari Lega Nord Umbria fa esposto a Terni

Frutta e verdura irregolari Lega Nord Umbria fa esposto a Terni

da Emanuele Fiorini (Lega Nord Umbria)
Lega Nord Umbria, esposto a Terni, frutta e verdura irregolari esposto a Prefettura, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Asl n.2 e Direzione territoriale del lavoro Come abbiamo promesso in sede di campagna elettorale, siamo intenzionati a portare avanti la nostra battaglia contro i frutti e verdura irregolari del ternano.

A tal proposito abbiamo presentato un esposto a Prefettura, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Asl n.2 e Direzione territoriale del lavoro, affinché si intervenga per mettere la parola fine ad un tipo di attività che, secondo noi, presenta numerose irregolarità.

Mentre i commercianti onesti sono tenuti al rispetto certosino delle regole, ai venditori di prodotti ortofrutticoli a 0,99 centesimi sembra tutto consentito. In barba ad ogni direttiva esistente, nei loro esercizi commerciali vi è frutta ammassata ovunque, generi alimentari esposti a mosche, intemperie ed inquinamento, addetti alla vendita privi di vestiario idoneo, assenza di qualsiasi etichettatura idonea contenente informazioni riguardo zona d’origine, categoria o caratteristiche commerciali del prodotto, mancato rispetto delle regole igienico-sanitarie.

È necessario tutelare i dettaglianti che osservano le regole, preservarli dalla concorrenza sleale di questi commercianti che a prezzi stracciati vendono prodotti di ignota provenienza e di scarsa qualità. E’ necessario attuare maggiori controlli anche a tutela della salute dei consumatori e del loro diritto di sapere cosa mangiano e da dove viene ciò che mangiano.

Bisogna esigere da parte di tutti il rispetto delle regole, in quanto, se valgono per i commercianti onesti, devono anche essere attuate e rispettate da tutti gli altri.

In particolare chiediamo che si verifichi il rispetto: degli adempimenti amministrativi prescritti per il commercio di ortofrutta, degli adempimenti di natura fiscale e tributaria, delle normative in tema di igiene e sicurezza, dei diritti dei lavoratori, delle prescrizioni normative in tema di protezione degli interessi del consumatore, delle prescrizioni normative inerenti la tutela igienico-sanitaria dei prodotti alimentari.

Frutta

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*