Frecciarossa a Perugia a che punto siamo? Lo chiede il consigliere Squarta

IL FRECCIAROSSA RAPPRESENTA UNA REALTÀ IMPRESCINDIBILE PER FAR USCIRE LA NOSTRA REGIONE DALL'ISOLAMENTO

Infrastrutture, Squarta, convocare in audizione il capo dipartimento Anas

Frecciarossa a Perugia a che punto siamo? Lo chiede Squarta

PERUGIA – “Nella prossima seduta dell’Assemblea legislativa chiederò all’assessore Chianella, attraverso il question-time, se il Frecciarossa sarà attivo in Umbria entro la fine di settembre”. È quanto dichiara il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Marco Squarta, che ricorda di aver già annunciato “un sit-in di protesta alla stazione di Perugia se entro un mese non ci sarà la svolta sui collegamenti ferroviari veloci”.

“Nell’interrogazione depositata nei giorni scorsi – spiega Squarta – chiedo di conoscere in quale misura la Giunta abbia ottemperato agli impegni presi nel luglio scorso a proposito dell’arretramento del Frecciarossa 1000 da Arezzo a Perugia in direzioneMilano. La mozione che è stata approvata all’unanimità – ricorda – sottolinea l’importanza strategica dei sistemi a medio-alta velocità ferroviaria.

Viene indicato anche il nuovo servizio Freccia Terni-Perugia-Milano, con transito a Spoleto, Foligno e Assisi, oltre alla fermata del Frecciabianca a Spoleto con rafforzamento degli orari anche sull’asse Roma-Terni”.

“L’Umbria è isolata – conclude Squarta – ma all’Esecutivo che la governa sembra non interessare troppo. Il Frecciarossa rappresenta una realtà imprescindibile per far uscire la nostra regione dall’isolamento e il solo fatto di poter raggiungere il capoluogo in maniera comoda e rapida avrebbe impatti immediati sull’economia locale”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*