Frecciarossa in Umbria? Pietro Laffranco, FI, solo con Governo diverso

La Regione fa una scandalosa melina

Terremoto, Laffranco, dopo un anno purtroppo bilancio negativo

Frecciarossa in Umbria? Pietro Laffranco, FI, solo con Governo diverso

“E’ ormai chiaro che solo un profondo e radicale cambiamento politico del governo dell’Umbria potrà consentire alla nostra regione di essere collegata meglio con il resto d’Italia, anche tramite il Frecciarossa. Abbiamo più volte chiamato in causa il Governo nazionale, che se ne è lavato le mani ripetutamente, mentre Trenitalia non ne vuol sapere di mostrare attenzione spontanea verso un territorio duramente provato dal sisma dell’anno scorso e colpito nella sua risorsa più importante, il turismo.
La Regione fa una scandalosa melina incentrata sulla folle idea della stazione medio Etruria, non trova neppure le poche risorse necessarie (secondo noi non più di un milione di euro annui) per anticipare a Perugia la partenza del Frecciarossa verso Milano, ne’ immagina alcuna iniziativa per valorizzare l’eccezionale posizione della stazione di Orvieto.
Che si tratti di incapacità o addirittura di volontà politica poco importa. Con questa Giunta regionale i servizi dell’Alta velocità non arriveranno mai in Umbria. Anche questa inconfutabile constatazione impone ogni sforzo per costruire un’alternativa alla sinistra in Umbria.” Così il deputato umbro di Forza Italia Pietro Laffranco.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*