FRANE, GALANELLO (PD); MASSIMA ATTENZIONE AD OLEVOLE

parrano_frana1-300x225(UJ.com3.0) PERUGIA – “La Regione Umbria ponga la massima attenzione all’emergenza che si sta verificando ad Olevole, dove all’inagibilità del ponte sul fiume Chiani a seguito dell’alluvione dello scorso novembre si aggiunge ora un preoccupante movimento franoso a monte dell’abitato, come denunciato in questi giorni dal sindaco Gino Terrezza, che rischia di determinare il pressoché totale isolamento della frazione”. Fausto Galanello, consigliere regionale del Partito democratico, lancia l’allarme sulla grave situazione della frazione di Ficulle.

“Nei giorni scorsi – spiega Galanello – in occasione di una assemblea organizzata dal Comune di Ficulle, ho avuto modo di conoscere meglio la situazione di estrema difficoltà in cui vivono alcune decine di famiglie della frazione di Olevole per l’inagibilità del ponte sul fiume Chiani. Forti disagi – prosegue – determinati da un lungo e tortuoso percorso alternativo che i cittadini sono quotidianamente costretti a fare per le necessità di lavoro e di accesso ai servizi presso i centri maggiori del territorio.

Ora, mentre si sta lavorando per un provvisorio ripristino di un guado per l’attraversamento del fiume, in attesa di lavori ben più importanti per il rifacimento del ponte, che richiederanno tempi abbastanza lunghi, la situazione si fa ancora più difficile per un nuovo movimento franoso a monte dell’abitato. Una situazione di grandissima emergenza e di alta preoccupazione per la cittadinanza che richiede impegni ed azioni immediate per scongiurare tale rischio, come la verifica con il ministero della difesa, qualora il guado provvisorio non fosse riattivabile o percorribile, di un intervento del genio militare per realizzare un ponte temporaneo sul Chiani, come già richiesto dal sindaco. Serve dunque un’azione immediata della Regione con il coinvolgimento di tutti i soggetti, come Prefettura e Protezione Civile, che possono concorrere – conclude Galanello – alla definizione di risposte concrete nel giro di pochissimi giorni”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*