Ex Pozzi di Spoleto, ci sono 200 lavoratori a rischio, istituzioni devono fare di più

In Regione si continua a rimandare con troppa superficialità

Ex Pozzi di Spoleto, ci sono 200 lavoratori a rischio, istituzioni devono fare di più

Ex Pozzi di Spoleto, ci sono 200 lavoratori a rischio, istituzioni devono fare di più

SPOLETO – “Da oltre tre mesi abbiamo chiesto ufficialmente al presidente della Seconda Commissione, Eros Brega, di invitare in audizione i commissari giudiziali della Ex Pozzi di Spoleto, Simone Manfredi, Marco Sogaro ed Elena Bernardi, al fine di conoscere la situazione economico-finanziaria dell’azienda”. Così il capogruppo regionale della Lega Nord, Emanuele Fiorini ribadendo che “dal mese di giugno, insieme al collega consigliere Valerio Mancini, tentiamo di sviluppare in Regione un dibattito rispetto alle problematiche in cui versa la Ex Pozzi, ma, a quanto pare, quello dei 200 lavoratori che da novembre per la Isotta Fraschini e da marzo 2018 per Ims, resteranno senza cassa integrazione straordinaria, non è un problema che interessa la maggioranza in Regione”.

“Ne prendiamo atto – continua il capogruppo del Carroccio -, come prendiamo atto di mesi di rinvii e silenzi rispetto ogni nostra azione volta a mettere in luce le problematiche dell’azienda e cercare di giungere a una soluzione positiva della vertenza.

Ricordiamo, ad esempio, la mozione attraverso la quale richiedevamo il reperimento di risorse necessarie alla tutela della Ex Pozzi, rimbalzata con grave ritardo dall’Aula fino in Commissione, per poi perdersi nei meandri dell’inconcludenza e della svogliatezza del Palazzo”. “Infine – rimarca Fiorini -, la richiesta di convocazione dei commissari giudiziali, depositata tre mesi fa e ancora in attesa di riscontro. Ricordiamo che dal 31 ottobre e nei mesi seguenti, 200 lavoratori rischiano di rimanere senza cassa integrazione, mentre in Regione si continua a rimandare con troppa superficialità”.

“Considerata l’imminente scadenza – conclude Fiorini -, la Lega Nord, consapevole della necessità di un confronto immediato e non più rinviabile tra tutte le parti in causa, torna a richiedere la convocazione urgente in Commissione dei commissari giudiziali e di allargare la seduta anche alle forze sindacali, compresi i sindacati autonomi, oltre all’assessore regionale Fabio Paparelli”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*