Primi d'Italia

Ex Merloni, Galgano (CI): allarmante ritardo Jp Industries su nuovo piano industriale

Ex Merloni, Galgano (CI): allarmante ritardo Jp Industries su nuovo piano industriale
EX MERLONI, NOCERA UMBRA

Ex Merloni, Galgano (CI): allarme ritardo Jp Industries su nuovo piano industriale

Ex Merloni, l’elemento più preoccupante della risposta fornita dal governo, rispetto alla mia richiesta sul termine per la presentazione del piano industriale di Jp Industries modificato in relazione alle esigenze manifestate dagli istituti di credito, è l’utilizzo delle parole ‘a breve’ che non definiscono alcuna data certa. La mia ultima interrogazione sulla vertenza ex Merloni risale a marzo, siamo a maggio e ancora non ci sono indicazioni di alcun genere? Se consideriamo che a settembre scade la cassa integrazione, siamo in terribile ritardo”. A dirlo Adriana Galgano, deputata del gruppo Civici e Innovatori, replicando al sottosegretario al Mise, Antonello Giacomelli in commissione Attività produttive durante il question time.

Nella sua interrogazione sulla vertenza ex Merloni, la deputata ha chiesto chiarimenti sulle mancate convocazioni del tavolo con Jp Industries e le banche per all’approvazione del nuovo piano industriale e di quello con le Regioni per sbloccare i 9 milioni di euro residui dell’Accordo di programma. Replicando, il sottosegretario Giacomelli ha annunciato che il governo è in attesa che il nuovo piano sia definito e che ‘a breve’ verranno convocate le parti. Soltanto dopo questo passaggio, sarà possibile aprire il tavolo con i rappresentanti delle istituzioni locali per stabilire come investire i fondi residui dell’Accordo di programma.

“La mia preoccupazione è che tutti questi ritardi – ha continuato Galgano – siano legati alla difficoltà incontrata dalla proprietà a produrre un piano industriale e finanziario soddisfacente e quindi risolutivo. A questo punto ritengo di dover contattare gli altri parlamentari umbri perché il nostro compito è anche quello di esortare il governo a mettere un punto ad una vicenda che si trascina da anni. Una vertenza che lascia nel limbo centinaia di famiglie condannando al declino un intero territorio, quello della Fascia appenninica, che invece trarrebbe benefici enormi dal rilancio della produzione negli stabilimenti ex Merloni. Quindi, sottosegretario Giacomelli, quello di oggi è un arrivederci perché tornerò ad interrogare il governo sperando di non dover chiedere quali misure intende mettere in atto a fronte del mancato accoglimento del nuovo piano industriale di Jp Industries”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*