Epatite C, Carmine Camicia attacca Barberini e Orlandi, leggiamo perché?

la Regione si defila, a Perugia i viaggi della speranza degli ammalati di epatite si stanno moltiplicando

Epatite C, Carmine Camicia attacca Barberini e Orlandi, leggiamo perché?

Epatite C, Carmine Camicia attacca Barberini e Orlandi, leggiamo perché? da Carmine Camicia PERUGIA – Mentre ieri la IV Commissione Consiliare ha approvato Un ODG, proposto dal sottoscritto, per le cure dell’Epatite C L’Assessore Barberini ed il Direttore dell’Azienda Ospedaliera, forse su indicazione del Direttore Orlandi, hanno deciso, come i loro predecessori, di non partecipare all’incontro, dimostrando lo scarso interesse che hanno nei confronti degli 8000 ammalati di Epatite C di Cui 1600 già in Cirrosi Epatica e 300 ammalati gravi da trattare.

Questo disinteresse da parte della Regione conferma la continuità di chi da anni non garantisce ai cittadini il diritto a curarsi e Barberini, nonostante i buoni propositi nel giro di un mese si è allineato alle vecchie logiche imposte dalla Marini e da Orlandi Si ricorda che per curare l’epatite C definitivamente, esiste un farmaco che nel giro di poche settimane debella definitivamente la malattia.

Mentre la Regione si defila, a Perugia i viaggi della speranza degli ammalati di epatite si stanno moltiplicando, poiché acquistare il farmaco per l’intera cura in India costa meno di 1000 Euro. Il dispositivo approvato ieri dalla commissione consiliare, impegna il Sindaco ad affidare la delega sulla Sanità ad un Consigliere Comunale, il quale potrà rappresentare il Sindaco e la Città di Perugia in tutte le sedi Istituzionali e Ministeriali.

Tale delega, consentirà al Consigliere di aprire un confronto continuo e costante con i vari responsabili della Sanità in Umbria. Il delegato potrà anche rapportarsi con la direzione del Care Hospital in India al fine di verificare la possibilità di far inviare a Perugia, previa dovuta certificazione specialistica, il Farmaco per i pazienti affetti da Epatite C , facendo così evitare a tantissimi ammalati di recarsi in India e abbattendo ulteriormente i costi che scenderebbero sotto ai mille Euro.

In questa iniziativa, si cercherà ancora una volta di coinvolgere la Regione dell’Umbria, poiché il diritto ad essere curati e sancito dall’art 32 dalla nostra Costituzione, diritto da sempre disatteso la Regione dell’Umbria. Segue foto del farmaco acquistato in India dai nostri concittadini, il prezzo per un ciclo completo meno di mille Euro, mentre in Italia le multinazionali impongono un prezzo dello stesso farmaco a 40.000,00 Euro Consigliere Carmine Camicia

1 Commento su Epatite C, Carmine Camicia attacca Barberini e Orlandi, leggiamo perché?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*