Elezioni Sindaco Perugia, presentata Alessandra Vezzosi, lista “Perugia bene comune”

ALESSANDRAvezzosiSANT’ANDREA DELLE FRATTE – A Perugia in località Sant’Andrea delle Fratte presso la Centralcar si è tenuta una serata elettorale organizzata dal presidente dell’azienda Ettore Pedini in favore del sindaco uscente Vladimiro Boccali nella convinzione che venga rieletto. In sala personaggi noti: Lorena Pesaresi, candidata alle europee, la senatrice Valeria Cardinali, ma anche volti nuovi come Alessandra Vezzosi candidata al consiglio comunale.Tanti gli argomenti trattanti nella serata di lunedì 28 aprile 2014, tutti centrati su Perugia sulle sue caratteristiche, le sue potenzialità, quello che attualmente è, quello si potrebbe essere fare per migliorarla e rivalutarla ancora di più- Si è discusso anche di Assisi, quindi di turismo, uno sguardo alla crisi, ai tempi che sono per tutti difficili. Sono stati citati anche le bellezze naturali, i monumenti e gli eventi importanti, come Umbria Jazz, il festival del Giornalismo e importanti rassegne musicali e teatrali. Un occhio di riguardo agli anziani, delle assistenze sanitarie e di quello che già il sistema sanitario locale fa, con l’aiuto delle associazioni.

E poi anche di sicurezza: “In Italia – è stato detto – tutti pensiamo che un sindaco abbia in materia di sicurezza poteri enormi, ma la polizia municipale non ha poteri di ordine pubblico, può presenziare, vigilare”.

Il problema sicurezza non riguarda solo Perugia o il centro storico è un po’ ovunque, in tutte le aree urbane e sub-urbane della città, proprio perché il mondo cambia e cambiando le persone inevitabilmente cambiano anche tutti i contesti socio culturali, urbanistici e umani. E infine si è detto: “Le idee potrebbero essere tante, come minore costo del trasporto/biglietto, gratuità in certe fasce orarie, costruzione di parcheggi più ampi ben collegati. Si parte dal portare la gente, collaborando tutti allo stesso progetto, lavorando nella stessa direzione i risultati non dovrebbero tardare ad arrivare”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*