Dubbi sulla sicurezza della galleria “La Franca”- Galgano chiede controlli

Raddoppio Spoleto-Campello, Galgano (CI): tempi biblici, dopo 16 anni basta ritardi
Adriana Galgano

Si proceda con controlli e verifiche immediate da affidare ad un organo terzo rispetto a società ed enti coinvolti nell’appalto. La questione è seria: c’è in ballo la sicurezza di tutti coloro che percorreranno il tratto Foligno-Civitanova Marche della statale 77 Val di Chienti”.

A chiederli è la deputata di Scelta Civica, Adriana Galgano che sollecita la Regione Umbria ad intervenire sulla vicenda visto che “l’Ente è partner di Anas nella realizzazione dell’infrastruttura e dunque non può semplicemente lavarsene le mani attribuendo tutte le responsabilità a chi effettua i lavori”.

“Le denunce presentate dagli operai intervistati da Report e da Corriere.it – evidenzia la parlamentare – vanno verificate ma non possono neanche essere archiviate come sospette.  Anche perché i controlli sono affidati alla cosiddetta “alta sorveglianza”, come precisato dall’ad della Quadrilatero Muccilli, ovvero da un team interno alla stazione appaltante: a fronte di quanto emerso – continua Galgano – è bene che il Ministero provveda a nominare un organo terzo così da garantire ai cittadini verifiche celeri e ‘super partes’”.

“Dobbiamo fornire certezze riguardo la solidità strutturale della galleria – ribadisce la deputata di SC – ed escludere senza ombra di dubbio che sia stata realizzata utilizzando meno cemento del necessario o lasciando vuoti che avrebbero dovuto essere riempiti. Non c’è cronoprogramma da rispettare, risparmio di risorse o verifiche a campione che tengano a fronte del rischio, anche minimo, di crollo della struttura specie in una zona ad elevato rischio sismico com’è l’Umbria”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*