Docenti precari Perugia, Giulietti (PD) interroga il Governo

ROMA – (UJ.com3.0) L’on. Giampiero Giulietti hapresentato insieme ai colleghi parlamentari umbri Marina Sereni, Anna Ascani e Walter Verini, un’interrogazione al Ministro dell’Istruzione Giannini per chiedere l’intervento immediato del Governo al fine di risolvere la gravosa situazione in cui si ritrovano i docenti precari della provincia di Perugia inseriti nelle graduatorie ad esaurimento.

In seguito all’aggiornamentodelle graduatorie infatti, per l’anno 2014/2015 le immissioni in ruolo sono state 21 per la scuola dell’infanzia e 26 per la scuola primaria, coperte, quasi per la totalità, da aspiranti provenienti da altre provincie. In particolare nella graduatoria per l’infanzia i docenti precari provenienti da fuori della provincia di Perugia hanno occupato i primi 43 posti, mentre per la scuola primaria sono provenienti da fuori della provincia di Perugia i primi 15 docenti in graduatoria.
“La stessa situazione si presenterà per le supplenze annuali – affermano i parlamentari nell’interrogazione – con la conseguenza che i precari della provincia di Perugia che per anni hanno ricoperto i posti vacanti si troveranno, nella migliore delle ipotesi, a ricoprire qualche supplenza temporanea, con grave danno non solo per la loro retribuzione ma soprattutto per la possibilità di accumulare punteggi per titoli di servizio, fondamentale nei rinnovi di graduatoria.

Per questi motivi i parlamentari del Pd chiedono al Governo di intervenire attraverso l’ integrazione degli organici anche con l’istituzione dell’organico funzionale almeno triennale per favorire la continuità didattica; l’emanazione di un provvedimento volto ad integrare il mancato punteggio degli aspiranti iscritti in tutte quelle graduatorie che hanno visto l’inserimento di massa di aspiranti da altre province; l’individuazione di un bonus per chi ha garantito nel tempo la continuità didattica con la permanenza, per almeno due trienni, nelle graduatorie della stessa provincia. Inoltre gli esponenti umbri del Parlamento auspicano che, prima del prossimo rinnovo, si provveda al congelamento della graduatoria fino al suo naturale esaurimento e all’emanazione di un prossimo concorso.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*