Dimissioni Barberini, stima e vicinanza dal mondo politico e non solo

Non sono mancati i commenti sul social, subito dopo le dimissioni, non solo dal mondo politica, ma anche e soprattutto da semplici cittadini

Flamini/Prc: “Vicenda Barberini, dagli strali ai cioccolatini"

Dimissioni Barberini, stima e vicinanza dal mondo politico e non solo

«Cari amici, grazie per i tanti attestati di stima e vicinanza, anche tramite i social network». Sono queste le parole scritte su Facebook dall’ex assessore alla sanità, Luca Barberini. «Subito dopo aver firmato le dimissioni – ha scritto – il primo incontro è stato con i collaboratori dell’Assessorato: insieme a loro ho vissuto sette mesi di duro lavoro, passione, condivisione. In loro ho trovato tanta competenza, voglia di fare e di costruire insieme. Come deve essere in una vera squadra. Grazie a tutti e a ognuno di voi!»

Non sono mancati i commenti sul social, subito dopo le dimissioni, non solo dal mondo della politica, ma anche e soprattutto da semplici cittadini, tanti dispiaciuti per la sua scelta, apprezzando il lavoro svolto con onestà e serietà. Ivana scrive: “Caro Luca, le persone sagge e intelligenti dimostrano coerenza e responsabilità nelle cose in cui credono per il bene comune. Il tuo impegno non terminerà con le dimissioni da assessore, ma sarà sempre più impegno politico a “cambiamenti” per una politica più sana. Grazie per il tuo impegno. Non sarai solo!!!!”

E poi ancora Filippo scrive: “Luca ha fatto bene nella scelta di lasciare. Non si è mai visto che altri decidono per conto dell’assessore titolare. Purtroppo queste cose accadono, quando le persone sono malate del delirio di onnipotenza”.

Francesco: “Ci vuole tanta roba sotto i pantaloni per mollare una poltrona come quella che avevi guadagnato, hai dimostrato di essere degno dei tanti voti che hai preso e di essere il primo degli eletti per poter innovare il modello di Governo della Regione in pochi mesi. Ti stimo davvero”. Ma questa è solo una parte dei commenti ricevuti.

Dimissioni Barberini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*