Unipegaso

Degrado Perugia, Fontana di Fontenuovo, pregevole manufatto abbandonato

E’ sufficiente un veloce colpo d’occhio per notare i pezzi d’intonaco in  distacco

Degrado Perugia, Fontana di Fontenuovo, pregevole manufatto abbandonato

Degrado Perugia, Fontana di Fontenuovo, pregevole manufatto abbandonato

PERUGIA –Questo pregevole manufatto” – dichiarano i due firmatari – “si trova in uno stato di degrado ed abbandono, sommerso dalla vegetazione e fradicio di umidità, con perdite d’acqua consistenti. Sono molteplici le segnalazioni dei residenti della zona, che denunciano non solo la gravità della situazione, ma anche l’importante perdita idrica, indicando di aver comunicato più volte tale criticità senza ottenere alcun tipo di riscontro o di intervento.

Oltre al danno al valore storico-artistico della Fonte, si conta anche lo spreco di una risorsa preziosa, l’acqua, intollerabile specie nel contesto attuale in cui la siccità è una drammatica emergenza. I pezzi d’intonaco sono in distacco, le vasche sono colme di acqua putrida, il bel Grifo centrale è totalmente nascosto dalla vegetazione incolta e le scritte imbrattano le pareti. Non è accettabile che un’opera così importante per la storia e per il patrimonio di Perugia versi in tale stato di incuria e disinteresse”.

“La Fonte di Fontenovo” – sottolineano i consiglieri Bistocchi e Bori – “è un’opera medioevale sita in via Enrico dal Pozzo, accanto al complesso monumentale di San Bevignate e dinanzi alla villa del giurista Rinaldo Ridolfini. Deve la sua fama, peraltro, alla leggenda secondo la quale San Francesco vi avrebbe sostato prima di entrare a Perugia. Per questo riteniamo sia importante ridare a quest’opera cittadina il meritato e giusto decoro. Abbiamo quindi presentato un’interrogazione per sapere da Sindaco e Giunta se sono a conoscenza di tale grave situazione e se sono già in programma i lavori di manutenzione e di restauro dell’opera, e se sì con quali tempistiche”.

Di seguito l’interrogazione:

“Perugia, costruita su di un colle sotto il quale scorrono acque sotterranee, vanta numerosi pozzi e fontane, vere e proprie opere d’arte, alcune delle quali antiche e preziose. Della trentina di fontane che insistevano sulla cerchia urbana, ad oggi ne restano circa venti. La Fontana Maggiore, simbolo della città e preziosa opera d’arte riconosciuta per la sua importanza artistica e culturale a livello nazionale ed internazionale, non è quindi la sola fonte urbana presente nel nostro territorio;

La Fonte di Fontenovo, ad esempio, è un’antica e pregevole opera medioevale sita in via Enrico dal Pozzo, accanto al complesso monumentale di  San Bevignate e dinanzi alla villa del giurista Rinaldo Ridolfini; deve la sua notorietà, peraltro, alla leggenda secondo la quale San Francesco vi avrebbe sostato prima di entrare a Perugia;

Ad oggi, tuttavia, questo bellissimo manufatto si trova in uno stato di forte degrado ed abbandono, sommerso dalla vegetazione e fradicio di umidità, con perdite d’acqua consistenti che lo lambiscono. Numerose le segnalazioni dei residenti della zona, che denunciano non solo la gravità della situazione, ma anche l’importante perdita idrica, indicando di aver comunicato più volte tale criticità senza ottenere alcun tipo di riscontro o di intervento. Oltre al danno al valore storico-artistico della Fonte, si conta anche lo spreco di una risorsa preziosa, l’acqua, intollerabile specie nel contesto attuale in cui la siccità è una drammatica emergenza;

E’ sufficiente un veloce colpo d’occhio per notare i pezzi d’intonaco in  distacco, le vasche piene di acqua putrida, il bel Grifo centrale nascosto dalla vegetazione incolta e le scritte che imbrattano le pareti. Non è accettabile che un’opera così importante per la storia e per il patrimonio di Perugia versi in tale stato di incuria e disinteresse;

Si chiede di sapere:

Se il Sindaco e la Giunta sono a conoscenza della suddetta situazione di abbandono;

Se sono già in programma i lavori di manutenzione e di restauro dell’opera, e se sì con quali Tempistiche”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*