Daniele Chianelli, presidente Marini a 25esimo: “Frutto di solidarietà straordinaria”

Daniele Chianelli, presidente Marini a 25esimo: “Frutto di solidarietà straordinaria”
Foto di Tommaso Bori

Daniele Chianelli, presidente Marini a 25esimo: “Frutto di solidarietà straordinaria”.

“Il Comitato per la vita Daniele Chianelli è il frutto di una grande e straordinaria azione di solidarietà nata da due genitori, come Luciana e Franco, che da un dolore terribile, come la scomparsa del loro figlio Daniele, hanno fatto crescere un progetto bellissimo di sostegno concreto ai malati, e in modo particolare ai bambini che vivono la difficile esperienza della lotta contro una malattia come la leucemia”.

È quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenuta questa mattina a Perugia, insieme all’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, alle iniziative per il venticinquesimo anniversario della nascita del Comitato “Chianelli”.

“Sono stati venticinque anni di tantissime attività – ha proseguito la presidente – grazie alla molte risorse che il Comitato ha saputo mobilitare, alle donazioni, al lavoro dei volontari, che hanno permesso di raccogliere in Umbria, in Italia ed anche all’estero, fondi che hanno consentito l’acquisto di strumentazioni tecnologiche donate alle nostre strutture sanitarie, finanziare attività di ricerca, borse di studio per giovani ricercatori, e di realizzare anche questo straordinario luogo che è il residence Chianelli.

Tutto ciò rendendo concreta anche l’integrazione tra servizio sanitario pubblico e mondo del volontariato, soprattutto in direzione della umanizzazione di un servizio di accoglienza per quanti malati lottano, assieme ai loro familiari, per sconfiggere la malattia”.

Per la presidente Marini è quindi doveroso “non solo unirci a questa bellissima festa, ma anche – come Regione Umbria – continuare a collaborare e sostenere il prezioso lavoro di Luciana e Franco Chianelli e di tutto il Comitato nell’interesse di tutti i pazienti che qui trovano – ha concluso Marini – oltre a qualificatissime cure, una accoglienza ed una assistenza di grande umanità e calore”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*