Crisi Regione, Squarta (Fdi): «Inutile proseguire questa farsa»

Squarta: "È inutile proseguire questa farsa, non è possibile andare avanti così"

Crisi Regione, Squarta (Fdi): «Inutile proseguire questa farsa»

Alle ore 15 è ricominciato il consiglio regionale. «Nonostante una vittoria su filo di lana, con una legge elettorale fatta su misura per il Pd che gli ha praticamente dato un monocolore con il 35 per cento dei voti, c’è stata una spaccatura all’interno del Partito democratico fin dall’inizio. Un frattura che si ripeteva ogni giorno nelle Commissioni e in Consiglio. Ma la crisi forte e netta è arrivata con le nomine in sanità. È palese che questa crisi non è scaturita da diversità programmatiche, da discussioni sulle linee per la sanità umbra. La spaccatura è avvenuta esclusivamente sulle nomine. Questo ha determinato una paralisi del Consiglio a danno esclusivamente dei cittadini. La Prima commissione non si riunisce più. Così il bilancio è stato bloccato per settimane e da domani, in pochi giorni, dovrà essere portato nelle Commissioni e poi in Aula. Questo perché il Pd non voleva parlare di bilancio a causa delle sue spaccature interne. Sarei stato contento se queste divisioni ci fossero state per affrontare i problemi delle famiglie con ragazzi autistici o affetti da Sla; oppure per parlare dei Lea, o su come ridurre i costi e efficientare la nostra sanità. Ma il punto non era questo ma solo le nomine. Procedura sulla quale, insieme al collega Fiorini, abbiamo chiesto lumi sulla trasparenza. Il documento che approverete oggi di sostegno incondizionato alla presidente Marini è solo di facciata, e non risolverà il problema. Da domani tornerete a litigare sulle nomine. È inutile proseguire questa farsa. Se non siete in grado di andare avanti allora è meglio far finire legislatura, tornare al voto e dare agli umbri un governo stabile».

Crisi Regione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*