Consiglio regionale rinviato alla prossima riunione

La presidente del consiglio regionale, Donatella Porzi, dopo una sospensione, ha constatato la mancanza del numero legale.

Mattarella a Perugia, il saluto della presidente Porzi

Consiglio regionale rinviato alla prossima riunione

La seduta dell’Assemblea legislativa è stata chiusa alle 17.08 dalla presidente Donatella Porzi per mancanza di numero legale: presenti in Aula solo gli otto consiglieri dei gruppi di opposizione. Dopo la sessione di question time, alla rispesa dei lavori, il capogruppo del Partito Democratico, Gianfranco Chiacchieroni, ha chiesto l’inserimento all’ordine del giorno della richiesta di istituzione della Commissione speciale per le Riforme statutarie e regolamentari, avanzata da tutti i presidenti dei gruppi di Palazzo Cesaroni. Le opposizioni di centrodestra e liste civiche, invece, hanno chiesto di discutere subito la loro mozione sui “Criteri per la nomina dei direttori generali delle Aziende sanitarie regionali”. A questo punto, dopo una sospensione, la presidente Porzi ha constatato la mancanza del numero legale.

GLI INTERVENTI

CLAUDIO RICCI (Portavoce centrodestra e liste civiche): “Ci saremmo aspettati che la presidente della Giunta venisse in Aula a riferire sulle nomine dei direttori della sanità regionale. Per questo chiediamo di discutere la nostra mozione in merito, visto che nel bilancio della Regione Umbria il 78 per cento dei costi sono per la sanità regionale. Le nomine devono essere fatte secondo le indicazioni di questa Assemblea, che ha il diritto di discutere di un argomento così importante. Prima delle nomine bisogna dire a quale sanità ci si riferisce. Invece si è pensato ai nomi e non al merito dei problemi”.

ANDREA LIBERATI (M5S): “Serve tornare al rispetto di questa Aula. E le sedie vuote della Giunta non dimostra rispetto. È paradossale e grottesco moltiplicare in questa fase le Commissioni quando qui c’è il nulla. Mozioni importanti sono ferme da mesi. Non è questo il modo di procedere. Questa Aula torni ad avere la centralità che ha perduto a suon di deleghe alla Giunta. Torni qui il focus delle scelte. L’Assemblea deve decidere. Vorrei andare avanti perché i problemi si accumulano e la gente fuori attende risposte. Basta con questi giochetti”.

MARCO SQUARTA (FdI): “Stiamo assistendo ad uno spettacolo indegno da parte della maggioranza. Chiediamo di anticipare la discussione della nostra mozione e la Giunta scappa in blocco come se ci fosse un allarme antincendio. Serve rispetto, come quello che noi abbiamo dimostrato aspettando in Aula da questa mattina”.

EMANUELE FIORINI (Lega Nord): “Stiamo assistendo a un circo. È ora di finirla. Basta con questo atteggiamento assurdo della maggioranza. La gente fuori ha bisogno di risposte”.

RAFFAELE NEVI (FI): “Noi non parteciperemo ad alcuna votazione finché non ci dite che cosa sta succedendo. Quello a cui stiamo assistendo è uno spettacolo indecente. Questo è un Consiglio surreale, ridotto a terra di nessuno. Ci fa ribrezzo la metodologia con cui si sta trattando questa Aula, con gli assessori che sono fuggiti tutti insieme. Ci state dicendo una serie di menzogne dette a raffica”.

Consiglio regionale

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*