Comuni, verso il voto, Città della Pieve, Marsciano, Torgiano Terni, Perugia, Spoleto

321737_Elezioni urne voto 540132PERUGIA – A Città della Pieve, dopo le primarie, arrivano i primi problemi. Rifondazione pensa ad una lista alternativa a quella del Pd. Il sindaco uscente Riccardo Manganello dichiara di restare fuori dalla partita, mentre i socialisti ancora non hanno deciso. Soltanto Sel è pronta all’alleanza con i democratici.
A Marsciano Sabatino Ranieri, noto medico della città, si candida a Sindaco e mette insieme le liste civiche (“La nostra Marsciano”, “Marsciano democratica”, “Movimento per la qualità della vita”) e sfida il candidato del Pd Alfio Todini. E’ bene ricordare che cinque anni fa Sabatino Ranieri perse al ballottaggio, ottenendo il 47% dei voti, contro il 53% presi da Alfio Todini. Rifondazione Comunista correrà da sola.
A Torgiano il Pd candida a Sindaco Bonaventura Caliendo, che sfiderà l’attuale primo cittadino Marcello Nasini.
A Terni, schiaffi tra Rifondazione Comunista e Pd. Prc va da solo e attacca frontalmente Di Girolamo. Per il segretario provinciale Lorenzo Carletti il problema “è il Pd e le consorterie a cui ha deciso di affidarsi”. Rifondazione accusa il Pd anche di “assoluto vuoto di idee e programmi”.
A Perugia il presidente di Italia Nostra, Urbano Barelli, ufficializza la sua candidatura a sindaco, dichiara di stare “fuori dal sistema tradizionale dei partiti” e annuncia una vera e propria battaglia.
A Spoleto Brunini va su YouTube e, malgrado la sua età, decide di fare una campagna elettorale tutta sui social network, postando video e commenti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*