Commissione contro la criminalità, Bene ha fatto…

Realtà Popolare, qual è per noi significato partecipazione
realtà popolare

da Realtà Popolare Perugia – Comitato Provinciale
…il Consigliere Andrea Ricci, portavoce dell’opposizione nel Consiglio Regionale, a chiedere l’istituzione di una commissione per il contrasto della criminalità e tossicodipendenze. Se questa richiesta non venisse ascoltata e non andasse a buon fine, sarebbe veramente il segno che certe problematiche non interessano o vengono considerate di secondaria importanza da chi gestisce, a Palazzo Cesaroni, la sicurezza pubblica.

Un’altra commissione che dovrebbe essere presa in seria considerazione ed istituita immediatamente, è quella della sicurezza urbana, con la massima partecipazione possibile dei cittadini. Già dalla campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Perugia, io personalmente, come responsabile del Comitato “Club Pallotta Perugia” avevo chiesto l’istituzione di una Commissione permanente per la sicurezza ( Consulta Comunale per la Sicurezza Urbana) per far fronte ai numerosi atti criminali che, ancora oggi, scuotono la nostra collettività, ed ora, come Coordinatore Provinciale e Comunale di Perugia del Movimento di Realtà Popolare, rafforzo questa richiesta perché convinto che le soluzioni di tali problematiche, siano maggiormente necessarie.

Checché se ne dica, a livello nazionale i dati parlano chiaro: i furti negli appartamenti e negozi hanno avuto, nell’ultimo anno, un incremento del +170% se non qualcosa di più e la nostra città, purtroppo, non ne è esente. Anche oggi nei giornali leggiamo la disgraziata situazione nella quale il quartiere di San Vetturino si trova: 23 tentati furti o riusciti in un anno e, di questi, 12 nel solo mese di Luglio.

È una situazione di insicurezza per le nostre famiglie che, come cittadini, non possiamo minimamente tollerare. Per ciò, la promessa dei nostri Amministratori comunali, non deve essere quella di dedicargli solo la massima attenzione ma, bensì, quella di istituire gli strumenti idonei, con la massima partecipazione decisionale possibile dei cittadini, coinvolgendo le Forze dell’Ordine, in azioni coordinate da tutti gli attori interessati (Sindaco, Giunta, Consiglio comunale e Agenti dell’Ordine) , avendo, con ciò, una prospettiva più ampia del problema onde risolverlo nel miglior dei modi.

Giampiero Tamburi
Coordinatore Provinciale PG

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*