Chiusura del punto nascita di Castiglione? Replica Batino: «Il Trasimeno non può pagare per tutti»

Padre uccide i figli, le dichiarazioni del sindaco Sergio Batino

Castiglione del Lago – Questa mattina su organi di stampa locali sono apparse notizie relative alla imminente chiusura del punto nascita dell’ospedale di Castiglione del Lago. Immediata, da parte del sindaco Sergio Batino, è partita una lettera dai toni duri indirizzata alla Giunta regionale, al nuovo assessore alla sanità Luca Barberini e al direttore generale della USL 1 Giuseppe Legato. Ecco il testo completo: «In riferimento alle notizie di stampa apparse in data odierna in merito alla presunta prossima chiusura del punto nascita presso l’Ospedale di Castiglione del lago, questa Amministrazione comunale ritiene di precisare che: 1) nessuna comunicazione, formale od informale, in tal senso è pervenuta al Comune; 2) la Regione Umbria e la Usl 1 hanno approvato nel 2014 il documento attinente il riordino della sanità nell’area del Trasimeno che individuava quello di Castiglione del Lago come Ospedale di Comunità con le specializzazioni di Medicina, Chirurgia, Punto Nascita, Dialisi e Pronto Soccorso; 3) il Trasimeno è l’unico territorio dell’Umbria che non vedrà realizzata una nuova struttura ospedaliera e non può accettare ulteriori penalizzazioni; 4) ferma restando, quindi, la disponibilità ad un confronto teso a migliorare i servizi rivolti ai cittadini, respingiamo con forza ogni ipotesi di ridimensionamento del Presidio ospedaliero; 5) la diminuzione delle nascite presso l’ospedale di Castiglione del Lago è dovuta essenzialmente a situazioni contingenti e chiediamo quindi di operare per il suo rilancio».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*