Catiuscia Marini, subito un incontro con la stampa: “Non ho tremato”

Marini, guida Commissione è ruolo di responsabilità
Marini, guida Commissione è ruolo di responsabilità

Catiuscia Marini, quando la notte scorsa alcune proiezioni ne stavano mettendo in discussione la rielezione a presidente dell”Umbria, a favore, seppure di pochi punti percentuali di Claudio Ricci, sindaco di Assisi, ha “guardato i voti reali man mano che venivano scrutinati” e non ha tremato. Non senza fatica, va riconosciuto, Claudio Ricci ha messo insieme il Centrodestra. In tutte le sue forme, con la “felice” intuizione di “legarsi alla Lega”. I verdi hanno, poi, di fatto sbancato, diventando la vera ed autentica rivelazione di queste elezioni.  Marini ha retto, ha tenuto “botta”; come si dice, convinta com’era che i suoi ragionamenti e le sue previsioni si sarebbero avverate. E, di fatto, così è stato e la 48enne tuderte è rientrata a pineo titolo tra quei presidenti Pd che sono stati eletti con oltre il 40 per cento dei voti. La presidente umbra non si nasconde pero” l”importanza, anche sul piano strettamente politico, di altri due temi, come la sicurezza dei cittadini e l”immigrazione. “E” su queste due tematiche – fa rilevare – che la Lega Nord ha costruito il proprio risultato consistente in Umbria, assumendo il ruolo di primo partito della coalizione che sosteneva Ricci e andando a comporre, insieme ai rappresentanti dei Cinquestelle, una opposizione nella futura assemblea regionale umbra che, rispetto al passato, non ha piu” i caratteri della moderazione”. A questo riguardo, Marini si sente come rassicurata dalle prime dichiarazioni di Ricci, che ha parlato della volonta” di dare vita ad una “opposizione costruttiva nell”interesse dell”Umbria”. Ma il piu” grande viatico per il secondo mandato, la presidente dell”Umbria ammette di farlo derivare “da quegli 8.000 voti diretti in piu” rispetto al risultato delle quattro liste che mi sostenevano e che gli umbri mi hanno voluto assegnare. Mi sembra come un messaggio a far valere quelle caratteristiche di autonomia di scelte che il mio ruolo di presidente prevede e che – conclude – sono intenzionata ad esercitare, a partire dalla scelta dei componenti del nuovo esecutivo regionale”.

1 Commento su Catiuscia Marini, subito un incontro con la stampa: “Non ho tremato”

  1. C’è poco da festeggiare , quasi la metà degli elettori non ha votato avete confezionato una legge elettorale su misura ora abbiate il buon senso di tacere e godetevi la poltrona.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*