Catiuscia Marini: olio extravergine risorsa per economia, turismo e ambiente

“La produzione di olio extravergine di oliva non è solo un pezzo importante dell’economia regionale, ma anche tradizione, promozione dell’Umbria e cura del paesaggio”. Catiuscia Marini ha incontrato i produttori di olio a Trevi, nell’ambito della visita della candidata alla presidenza della Regione Umbria alla manifestazione “Pic nic a Trevi”.

Stamattina, prima di visitare gli stand della manifestazione e prendere parte al pic nic tra gli olivi a Villa Fabri, la candidata del centrosinistra è intervenuta al teatro Clitunno al seminario “Le stagioni dell’olivo, la salute della pianta”, che si è concluso con la consegna degli attestati #TreviproducEccellenza ai produttori di olio extravergine di oliva che si sono distinti nell’ambito di concorsi nazionali e internazionali.

All’evento, promosso dal Comune di Trevi e dalla Strada dell’olio extravergine di oliva Dop Umbria, hanno partecipato il sindaco Bernardino Sperandio, il vicesindaco Stefania Moccoli, l’assessore Gianluca Tribolati, il presidente nazionale di “Città dell’olio” Enrico Lupi, l’agronomo Marco Gammaidoni ed il giornalista Maurizio Pescari. Presenti i candidati Fernanda Cecchini, Rita Zampolini e Silvano Rometti. “Il nuovo Piano di sviluppo rurale – ha detto Catiuscia Marini – torna a mettere al centro convintamente il mondo dell’olivicoltura, riconoscendo il valore del mantenimento delle piante ad opera di aziende importanti, che hanno contribuito, anche qui a Trevi, a preservare un paesaggio che ci è pervenuto immutato nei secoli”.

Il nuovo piano regionale, infatti, contiene misure per il “sostegno anche delle piccole aziende che mantengono le piante”. La candidata ha poi ricordato l’apporto dell’olivicoltura al turismo, sia sotto l’aspetto del valore paesaggistico che dei prodotti tipici di qualità, perché “c’é una grande domanda di Italia” e sopratutto alla vigilia di Expo bisogna educarla con la promozione, sostenere il lavoro di qualità e il percorso degli imprenditori, difendere le eccellenze con la lotta alla contraffazione, oltre a puntare sulla ricerca per i problemi che stanno colpendo le piante di olivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*