Castiglione, l’assessore Spadoni precisa: «Nessuna stangata sui parcheggi»

Mariella Spadoni
Mariella Spadoni

Castiglione del Lago – Mariella Spadoni, assessore comunale a bilancio, finanze e tributi ha inviato una precisazione su articoli di stampa usciti nei giorni scorsi in merito alle modifiche nella tariffazione dei parcheggi a pagamento di Castiglione del Lago. «Non si può di certo parlare di stangata – ha scritto Spadoni – riguardo all’aggiornamento di alcune delle tariffe relative alla sosta nelle aree a pagamento a Castiglione del Lago. Infatti la revisione con adeguamento riguarda esclusivamente le tariffe agevolate per le soste minime non superiori a trenta minuti, da euro 0,30 a 0,40, e per le soste di mezza e intera giornata: 6 ore passano da 3 a 4 euro, mentre l’intera giornata passa da 6 a 7 euro. Resta invariata e in linea con gli altri comuni limitrofi la tariffa oraria pari ad 1 euro. Senza questa struttura tariffaria “agevolata” anche chi sosta per meno di un’ora avrebbe pagato comunque 1 euro, chi sosta 6 ore avrebbe pagato 6 euro e non 4 come da noi, mentre chi sosta l’intera giornata ben 12 euro e non soli 7 come a Castiglione. Le tariffe agevolate sono un indubbio vantaggio per residenti e turisti e, è bene ricordarlo, non sono previste nella maggior parte dei comuni limitrofi dove si paga la stessa tariffa oraria di Castiglione del Lago».

Poi l’assessore Spadoni ha evidenziato alcuni dati interessanti: «Nel capoluogo il rapporto tra posti auto a pagamento e “posti bianchi” è inferiore al 25%; poi va detto che nelle immediate adiacenze dei posti blu a pagamento vi sono “posti bianchi” in numero nettamente superiore senza alcuna limitazione di orario di sosta. L’Amministrazione castiglionese ritiene che l’esistenza dei posti auto a pagamento garantisce la turnazione dei posti nelle zone in cui si deve consentire l’accesso ad un numero importante di cittadini e turisti, come l’ospedale ad esempio. Vogliamo far sì che, nei mesi turistici, deve essere più facile trovare posteggio per il visitatore o per chi ha la necessità di compiere una commissione che comporti un’occupazione breve del posto: infatti è nell’interesse anche degli operatori commerciali incentivare e facilitare il parcheggio di tutti i fruitori del paese e rendere più dinamico il “turnover”. Anche per questo motivo è stato ampliato il periodo di pagamento e portato dal 1° marzo al 31 ottobre. Stesse considerazioni valgono per l’area camper, importante e nuovo servizio che l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*