Castiglione del Lago, giudizio positivo di SEL sull’amministrazione: «Ma serve un tavolo di confronto»

sel-alta(umbriajournal.com by AKR) CASTIGLIONE DEL LAGO – Un’altra puntata delle schermaglie preelettorali nel centrosinistra a Castiglione del Lago. Un comunicato del Circolo castiglionese di SEL, firmato dal coordinatore Ivano Possieri, rinnova la fiducia all’attuale Amministrazione ma chiede un tavolo di confronto con il PD per gettare le basi per il prossimo quinquennio.

«Abbiamo preso atto che il Partito Democratico di Castiglione del Lago condivide molte delle nostre preoccupazioni riguardanti la realizzazione di importanti infrastrutture che possono condizionare positivamente il futuro di questa zona. SEL ribadisce il proprio sostegno all’azione della Amministrazione comunale e ne apprezza l’operato per aver saputo salvaguardare, anche con il nostro contributo politico, i servizi in generale e il sostegno alle fasce più povere della popolazione. Così come è apprezzabile, anche se con un po’ di ritardo, l’intervento realizzato per l’installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici scolastici. C’è piena soddisfazione sull’impostazione data al PRG nella convinzione che, in futuro, gli amministratori dovranno sempre più orientarsi al recupero e alla efficienza energetica degli edifici piuttosto che alla costruzione di nuove residenze che nessuno poi acquisterà se non per scopi speculativi o peggio. Un plauso inoltre nella gestione della vicenda dell’area dell’ex aeroporto che finalmente è entrato nel patrimonio e nella disponibilità del Comune.

Ciò non ci esime dal continuare a pensare che sul fronte della sanità occorra, al di là della triste vicenda dell’ospedale unico, che la Regione saldi il debito nei confronti di questa comunità prima di tutto realizzando il nuovo distretto sanitario che vada a sostituire quello che, scandalosamente, non risponde più alle moderne esigenze di un Comune che ha superato i 15.000 abitanti. Non è per questo pensabile che la realizzazione sia subordinata dalla costruzione, sul terreno di proprietà del Comune, di un nuovo polo commerciale sul quale ribadiamo la nostra più ferma contrarietà per evidenti motivi di natura urbanistica e commerciale. Lo stesso dicasi per la variante alla SR71 che deve essere realizzata al più presto se si vuole, concretamente, far diventare Castiglione del Lago un polo basato però sull’offerta commerciale naturale per evitare lo spopolamento da negozi e, quindi, della linfa vitale del centro.

Sul lungolago e sui collegamenti con il centro storico e con tutto il promontorio, dall’ex aeroporto al porticciolo turistico, riteniamo che occorra un progetto complessivo di realizzazione di un “parco urbano” che “giustifichi” interventi puntuali ma all’interno di una visione complessiva del comparto. Su queste cose e su altre abbiamo chiesto e chiediamo al PD di Castiglione del Lago di aprire un confronto per predisporre un programma di legislatura sul quale costruire una coalizione vincente e convincente».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*