Castiglione ha approvato il nuovo regolamento edilizio e il quadro strategico di valorizzazione dei centri storici

Castiglione del lago5(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Nell’ultimo consiglio comunale di Castiglione del Lago sono stati definitivamente approvati due importanti atti: il nuovo regolamento edilizio ed il quadro strategico di valorizzazione dei centri storici. Il nuovo regolamento era atteso da undici anni e si pone come strumento di riferimento per cittadini ed operatori professionali del settore, essendo caratterizzato da semplificazione sia quantitativa che contenutistica, modernizzazione ed adeguamento del linguaggio, coerenza con la corposa normativa regionale succedutasi nel tempo, nonché per la risoluzione di alcune problematiche di ordine pratico correlate all’applicazione del precedente testo.

Romeo Pippi, vicesindaco e assessore allo sviluppo economico e Nicola Cittadini, assessore all’urbanistica, edilizia e ambiente ne hanno spiegato i contenuti in un comunicato congiunto: «Fondamentale risulta la previsione dell’abbattimento del 50% della cosiddetta Bucalossi per chi effettui interventi di ristrutturazione o riqualificazione all’interno dei centri storici, in un’ottica di forte incentivazione dell’uso e riuso virtuoso dell’esistente già introdotta dal nuovo piano regolatore. Peraltro, si statuisce espressamente la possibilità per il consiglio comunale di introdurre nuove ed ulteriori agevolazioni tributarie relative alla fiscalità comunale per chi realizzi tali interventi. Il nuovo corpo normativo, inoltre, è frutto anche dell’ampia partecipazione dei tecnici del territorio, che, adeguatamente coinvolti, hanno fornito un contributo essenziale alla redazione di un testo quanto più in sintonia possibile con le reali esigenze della popolazione».Panorama campagna Castiglione

Nell’ambito della visione organica del governo del territorio si pone il quadro strategico di valorizzazione, atto teso all’impostazione di una politica di riscoperta, salvaguardia e recupero dei nuclei storici ed a tracciare linee operative che trasformino le potenzialità in realtà concrete. «L’obiettivo – prosegue il comunicato di Pippi e Cittadini – è quello di fornire offerte integrate agricoltura, turismo, ricettività e di “chiudere” il ciclo produzione, trasformazione, commercializzazione. Ciò si pone in piena coerenza e continuità con il ruolo giocato dal Comune di Castiglione del Lago in questi anni, sia di stimolo e sensibilizzazione, sia come partner attivo e diretto sostenitore di iniziative di tale segno. Ci si pone anche lo scopo di rivitalizzare socialmente e culturalmente le nostre frazioni, come si è già fatto, per esempio, con la ristrutturazione della Sala Filarmonica a Sanfatucchio, rendendola adeguata all’attività teatrale ed affidandola all’associazione Trasimeno Teatro, con la concessione a Vaiano di un immobile di proprietà dell’Ente ad alcune associazioni tra le quali “Ideando”, impegnata nelle tematiche dell’integrazione razziale e della multietnicità e con la collocazione presso le ex scuole di Badia dell’associazione UPA, massimamente attenta alla tutela ambientale. Il tutto, quindi, salvaguardando le proprietà comunali e garantendo sistemazioni adeguate e convenienti per associazioni estremamente importanti per Castiglione del Lago. Va segnalato, infine, l’apporto determinante e qualificato alla genesi degli atti predetti dell’Area Urbanistica del Comune, diretta dall’arch. Mauro Marinelli e dell’Area Sviluppo Economico, coordinata dalla dottoressa Pasquina Bettolini».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*