CasaPound Perugia: “Sanità gratis a clandestini, penalizzati italiani”

cittadini non in regola hanno di fatto più diritti dei cittadini italiani

CasaPound Perugia: “Sanità gratis a clandestini, penalizzati italiani”

“Apprendiamo con stupore dell’esistenza di una particolare esenzione dal pagamento del ticket per le prestazioni sanitarie per i cittadini extracomunitari non in regola – afferma Antonio Ribecco, responsabile di CasaPound Perugia – e non stiamo parlando dei cosiddetti richiedenti asilo i quali anche loro hanno un’esenzione dedicata ma di tutti quei clandestini che vengono nella nostra città nella stragrande maggioranza per delinquere.

Per avere questa esenzione – prosegue Ribecco – basta che il medico rediga un certificato di indigenza e magicamente tutte le prestazioni saranno garantite senza nessun pagamento.

Ci indigna vedere confermata la prassi per cui dei cittadini non in regola hanno di fatto più diritti dei cittadini italiani per i quali di fatto non esiste questo tipo di esenzione: al contrario invece un cittadino italiano in grave difficoltà economica che non abbia diritto a nessuna esenzione la visita la deve pagare.
Naturalmente stiamo parlando in entrambi i casi di persone che non hanno malattie croniche o invalidanti per le quali giustamente esistono delle esenzioni particolari. Ci troviamo sempre più di fronte – conclude Ribecco – ad una politica regionale anti italiana rispetto alla quale a quanto pare solo CasaPound rappresenta una voce fuori dal coro”.

Antonio Ribecco

Responsabile CasaPound Perugia

CasaPound Perugia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*