Primi d'Italia

Carla Casciari (Pd), continuare riconoscere e promuovere la centralità delle politiche giovanili

Carla Casciari incontra gli studenti

Carla Casciari (Pd), continuare riconoscere e promuovere la centralità delle politiche giovanili Perugia – “In Umbria ci sono 193 mila 180 giovani dai 14 ai 35 anni: è necessario continuare riconoscere e promuovere la centralità delle politiche giovanili”. È quanto ha dichiarato il consigliere regionale Carla Casciari (Pd) incontrando questa mattina a Palazzo Cesaroni “60 studenti delle seconde classi dell’Istituto Tecnico Tecnologico Alessandro Volta di Perugia all’interno degli appuntamenti ‘Scuole in Assemblea legislativa’.

 

“Gli studenti – ha spiegato Casciari – hanno chiesto di approfondire la conoscenza della legge regionale del 1 febbraio 2016 sulle politiche giovanili. Per questo ho illustrato tutti gli aspetti legislativi: dai principi generali al lavoro alla imprenditorialità, alla promozione della salute e stili di vita sani, alla partecipazione e cittadinanza attiva fino a parlare dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo”.

 

“Secondo i dati Istat del 2016 – ha proseguito Casciari – in Umbria i giovani dai 14 ai 35 anni sono 193.180, una percentuale importante della popolazione complessiva. Anche se in questi ultimi due anni questo numero è diminuito di quasi 7mila unità, è necessario che la nostra politica regionale riconosca e promuova sempre di più la centralità delle politiche giovanili come condizione necessaria per l’innovazione, lo sviluppo sostenibile, la crescita umana, sociale, occupazionale ed economica dell’Umbria. La costituzione di una Consulta regionale dei giovani, attualmente composta da 29 organismi diversi, è volta a garantire la massima inclusività e la più ampia partecipazione proprio per favorire tutti i soggetti interessati a prescindere dal contesto socio-culturale in cui vivono”.

 

“Meritano certamente un plauso – ha continuato Casciari – gli insegnanti che hanno sostenuto questi ragazzi nel percorso di approfondimento dell’attività dell’Assemblea legislativa in temi che li riguardano da vicino e che forniscono loro strumenti essenziali per essere sempre più cittadini consapevoli. In questo contesto rientra anche il progetto ‘Peo School‘: un Parlamento Elettronico online, attivo dallo scorso settembre, progettato per ottimizzare i processi decisionali che l’Assemblea legislativa vuole mettere a disposizione dell’intera comunità studentesca”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*