Canile Collestrada, Mori, Comune assicuri decoro

Presenza di un solo cassonetto per ogni tipologia di raccolta, da brivido

Canile Collestrada, Mori, Comune assicuri decoro . Presenza di un solo cassonetto per ogni tipologia di raccolta, da brivido

Canile Collestrada, Mori, Comune assicuri decoro

“Nello spiazzo antistante la struttura del canile, sezione sanitaria, di Collestrada – afferma la Consigliera Comunale del Partito Democratico Emanuela Mori – ci sono due cassonetti per la raccolta differenziata e uno per la raccolta della spazzatura indifferenziata. Mi sono arrivate diverse segnalazioni con cui si denuncia come la presenza di un solo cassonetto per ogni tipologia di raccolta risulti insufficiente per il conferimento dei rifiuti del canile.

La raccolta viene infatti effettuata ogni 15 giorni quindi i volontari del canile sono costretti ad abbandonare spesso i sacchi della spazzatura in prossimità degli stessi con il rischio che questi non vengano raccolti al momento del passaggio dell’automezzo GESENU, il che provoca una grave situazione di degrado e di incuria, che colpisce non soltanto i frequentatori della struttura ma tutti i cittadini della zona”

“Il canile sezione sanitaria di Collestrada è di proprietà del Comune di Perugia e ritengo quindi che garantirne il decoro sia un suo obbligo, soprattutto perché si tratta una eccellenza nel campo della cura degli animali con riconoscimenti giunti da diversi esperti del settore, non da ultimo anche dal WWF di Perugia.

Stiamo parlando di una struttura molto importante, che svolge un ruolo fondamentale perché ente di riferimento non solo di Perugia, ma di un territorio molto più ampio e che coinvolge molti comuni e non soltanto la nostra città.” “Per questi motivi, a seguito di diverse segnalazioni che mi sono pervenute – continua la Mori – ho deciso di presentare un’interrogazione per sapere da Sindaco e Giunta se esistono progetti per migliorare la raccolta differenziata nell’area del canile, magari rendendola settimanale invece che quindicinale e aggiungendo un altro cassonetto e se c’è la volontà da parte di questa amministrazione di risolvere al più presto tale situazione di degrado ed incuria. Ritengo sia un dovere da parte del Comune assicurare il decoro di una struttura così importante per la nostra città.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*