MCI Movimento Civico Italia, Claudio Ricci, aggregare moderati italiani

L'occasione sarà opportuna per preparare la "nascita" della scuola di politica

MCI Movimento Civico Italia, Claudio Ricci, aggregare moderati italiani

MCI Movimento Civico Italia, Claudio Ricci, aggregare moderati italiani

Claudio Ricci, il 16 gennaio si costituisce il coordinamento regionale del MCI Movimento Civico Italia: al lavoro per le iscrizioni, i comitati comunali e le elezioni di primavera.

Sabato 16 gennaio, alle ore 15.00, al Park Hotel in Ponte San Giovanni (PG) si costituirà ufficialmente (dopo la presentazione del 7 novembre 2015 il “coordinamento regionale” (sarà composto da rappresentanti dei diversi territori umbri) del “Movimento Civico Italia” MCI costituto per aggregare i “moderati italiani – lista civica” (dopo le elezioni regionali in Umbria nel 2015).

L’occasione sarà opportuna per preparare la “nascita” della scuola di politica (22 gennaio 2016, alle ore 17.00, presso il Consiglio Regionale – Palazzo Cesaroni – sul tema della “buona politica”), la Conferenza sui valori e il programma (prevista per il 20 febbraio e propedeutica alla definizione delle liste per le elezioni amministrative 2016) nonché presentare il “sito internet multimediale” strumento per aderire e gestire il movimento (le iscrizioni sono gratuite comunicando il nome e cognome, numero di telefono e Comune di residenza) che, comunque, si fonderà sugli incontri a piccoli gruppi di persone e incontrando i rappresentanti delle categorie.

Il coordinamento regionale dell’MCI (dopo il 16 gennaio) si dovrà organizzare per “costituire i comitati comunali” nonché definire la strategia per i Comuni che vanno al voto nel giugno 2016. Claudio Ricci, che sta “allargando la rete a livello nazionale” (il 14 gennaio sono previsti incontri macro regionali) si appresta a “proporre nei comuni” sin anche con “propri candidati Sindaco” (ovviamente cercando di aggregare coalizioni ampie, se possibile).

MCI Movimento Civico Italia

Per quanto attiene ad Assisi Claudio Ricci, in queste settimane di “dicotomie politiche” (peraltro naturali vista la conclusione di 20 anni di continuità amministrativa) è rimasto, e rimarrà, “totalmente in silenzio” (che, spesso, è un valore) ricordando semplicemente che il “movimento civico” ad Assisi (più il voto al candidato presidente) ha toccato, alle elezioni regionali 2015, il 30% e, probabilmente, anche alle elezioni comunali 2016 (ove sarà presente con due liste civiche) otterrà un buon risultato pur nello spirito (se possibile) di creare una “coalizione ampia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*