Bravi, “Inaudito che si tenti di bloccare il rapporto diretto con la gente”

Mario Bravi

“E’ inaudito e grave che la polizia municipale intervenga per bloccare l’esercizio di un diritto democratico, così come successo questa mattina durante il volantinaggio al mercato di Marsciano che stavo effettuando in qualità di candidato alle elezioni regionali”. A dirlo è Mario Bravi, candidato Pd al Consiglio regionale – “Avendo verificato che la legge non prevede limitazioni di sorta su questo tipo di rapporto diretto con i cittadini, lo considero una lesione ai diritti di democrazia fondamentali e invito il sindaco di Marsciano a voler correggere l’atteggiamento della sua polizia municipale. Invito, inoltre, i cittadini a riflettere sul tentativo di ostacolare un candidato che lavora per l’interesse generale del territorio umbro, anche della popolazione marscianese, nel regolare svolgimento di attività di campagna elettorale. Non escludo il ricorso all’autorità giudiziaria”.

Taccuino:
Martedì 26 maggio: volantinaggio alla Isa di Bastia dalle 13 alle 15; riunione la Turreno per costituzione associazione Polis.
Mercoledì 27 maggio: alle 9.30 al mercato di Spello, alle 13.30 a Spoleto per un volantinaggio alla Novelli; alle 17 iniziativa con l’Auser di Spoleto; in serata, partecipazione all’incontro di tutti i candidati Pd con il ministro Del Rio all’hotel Della Torre a Trevi.

1 Commento su Bravi, “Inaudito che si tenti di bloccare il rapporto diretto con la gente”

  1. Caro Mario Bravi,dopo tutto il tempo passato nella CGIL a non fare quasi nulla,sarebbe ora di goderti la tua bella pensione e lasciare il posto ai giovani,cosi’ facendo si possono creare posti di lavoro.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*