Bollo auto storiche, riduzione del 10 per cento

Per poter fruire della riduzione tariffaria è necessario che il proprietario del veicolo “storico” sia in possesso del certificato di rilevanza storica e collezionistica

Bollo auto storiche, riduzione del 10 per cento

Bollo auto storiche, riduzione del 10 per cento

Dal 1 gennaio 2016 gli autoveicoli e i motoveicoli tra i venti e ventinove anni di interesse storico o collezionistico possono beneficiare della riduzione del 10 per cento del “bollo” auto.

Per poter beneficiare della riduzione tariffaria, come previsto dalla legge regionale 16/2015, gli autoveicoli ed i motoveicoli non devono essere adibiti ad uso professionale e devono essere iscritti in uno dei registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, previsti dall’articolo 60 del Nuovo Codice della strada o in uno dei registri dei centri specializzati riconosciuti dalla Regione Umbria.

Attualmente nell’albo regionale risultano iscritti nei centri specializzati: A 112 Club Italia di Petrignano di Assisi, Associazione amatori veicoli storici A.A.V.S. di Trieste, Associazione italiana automotoveicoli classici A.I.A.C. di Terni, Vespa Club di Città di Castello, Registro Fiat italiano di Torino, R.I.V.S. – Registro italiano veicoli storici di Padova, Club Automotostoriche sportive Patriarca di Perugia, Associazione italiana automoto da collezione Perugia.

Pertanto per poter fruire della riduzione tariffaria è necessario che il proprietario del veicolo “storico” sia in possesso del certificato di rilevanza storica e collezionistica, rilasciato da una delle associazioni elencate, entro l’ultimo giorno utile per il pagamento della tassa automobilistica. Per il “bollo” con scadenza dicembre 2016 i versamenti possono essere effettuati entro il 1° febbraio.

E’ possibile effettuare il pagamento on-line in misura ridotta presso le delegazioni e le agenzie Aci  e le  agenzie Sermetra. Inoltre si può pagare anche presso le tabaccherie abilitate  (codice 15 per il calcolo della  riduzione).

Il proprietario può effettuare il pagamento anche tramite bollettino postale sul ccp n. 7062 intestato a Regione Umbria – Tasse automobilistiche, effettuando in maniera autonoma il calcolo del bollo auto (totale tassa automobilistica dovuta -10% di riduzione).

Bollo

1 Commento su Bollo auto storiche, riduzione del 10 per cento

  1. Il Governo Renzi che è lì senza che nessuno l’abbia votato, con questa norma anticostituzionale ha creato disoccupazione e danni a tutto l’indotto che sostiene questo settore. Piu di 1000 strutture hanno già chiuso, all’estero stanno nascendo nuove società che si occupano delle auto storiche esportate dall’italia.
    Il governo lo sa e non pone rimedio rimettendo l’esenzione
    Auguriamoci quanto prima di andare al voto e non votarli.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*