Bilancio solido e in attivo per il Pd dell’Umbria

La Parità di Genere tra il Dire e il Fare
Bilancio solido e in attivo per il Pd dell’Umbria

Bilancio solido e in attivo per il Pd dell’Umbria. Dimezzati i rimborsi alla segreteria e aumentati i contributi ai territori
PERUGIA – Bilancio solido e in attivo per il Pd dell’Umbria. E’ quanto emerge dalla lettura del consuntivo 2014 e dal previsionale 2015 fatta questo pomeriggio in occasione dell’assemblea regionale. L’esercizio finanziario 2014 si chiude, dunque, con un avanzo di oltre 27mila euro; leggero disavanzo, ma a fronte di una gestione consolidata garanzia di una normale operatività, per il 2015. “Anche per questo anno – commenta Giacomo Leonelli, segretario regionale – abbiamo lavorato nell’ottica della trasparenza, del contenimento dei costi e della sobrietà dell’attività politica”. Tanto che il risultato, del tutto positivo e migliore delle aspettative rispetto anche a una congiuntura complicata, “è determinato – spiega il tesoriere Marco Tosti – da una riduzione delle spese superiore alla riduzione dei ricavi”. Tra gli elementi qualificanti: l’aumento dei trasferimenti verso i livelli organizzativi inferiori, che sono stati supportati tanto logisticamente quanto economicamente nell’iniziativa politica e, dove necessario, nello svolgimento delle campagne elettorali; il dimezzamento dei contributi ai dirigenti politici; “la puntualità dei pagamenti – spiega ancora il tesoriere – che consideriamo determinante anche per attestarci come soggetto credibile anche nei confronti degli attori economici del territorio”. Rilevante, infine, l’apporto economico degli eletti – parlamentari, assessori e consiglieri regionali – “che hanno periodicamente e sistematicamente supportato l’azione politica del Pd Umbria in un rapporto di proficua collaborazione”.

Bilancio solido

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*