Bilancio Previsione, Giunta Perugia fiscalità giusta e rilancio investimenti

sviluppare azioni mirate al contrasto ed al recupero dell’evasione fiscale

Bilancio Previsione, Giunta Perugia fiscalità giusta e rilancio investimenti
Palazzo dei Priori

Bilancio Previsione Giunta Perugia fiscalità giusta e rilancio investimenti

da Stefano Mignini 
Il capogruppo di Fratelli d’Italia-AN

“La predisposizione di un Bilancio è sempre un momento cruciale nella vita politica di una comunità, tale da richiedere grande sforzo ed impegno da parte di tutte le forze dell’Amministrazione. Far convivere le molteplici esigenze dei cittadini e dell’Ente è operazione complessa che richiede molta attenzione e lungimiranza.” Traccia una valutazione positiva il capogruppo di Fratelli d’Italia-AN Stefano Mignini del Bilancio di Previsione della Giunta Romizi per il triennio 2016-2018, ricordando come, nonostante le sempre minori risorse disponibili, si è giunti alla definizione di un documento programmatico solido su cui ripartire. “Famiglie in difficoltà, disoccupazione e crisi delle realtà produttive sono presenti, come nel resto d’Italia, anche nel nostro Comune, ma la nostra dimensione locale, grazie alla nostra lungimiranza a e volontà, non ha solo aspetti negativi. Questo Bilancio di previsione, che ha richiesto impegno e confronto continuo tra gli assessorati ed il personale dei vari settori, rappresenta un progressivo compimento delle linee programmatiche che reggono e orientano questa Giunta, consapevoli che, assieme alle misure di riequilibrio, è primario mantenere il livello della qualità dei servizi.”

“Il primo grande fronte su cui ci si è mossi è stato quello di sviluppare azioni mirate al contrasto ed al recupero dell’evasione fiscale, ampliando e regolarizzando la base imponibile, ottenendo risultati significativi già da quest’anno. Di pari passo siamo riusciti a diminuire sensibilmente la spesa corrente, per effetto della riorganizzazione del personale e del taglio delle spese inutili, mantenendo l’impegno non solo di non alzare le tasse rispetto all’anno precedente, lasciando invariate le aliquote di Imu, Tasi, addizionale Irpef, ma abbassando le tasse e le tariffe ed introducendo nuove agevolazioni.” “Basti ricordare” spiega Mignini “la riduzione dell’imposta di soggiorno, misura che ha incontrato il plauso delle associazioni di categoria, la riduzione del 10% della Tari sulle utenze domestiche e del 4% su quelle non domestiche, con il contemporaneo aumento del fondo crediti di dubbia esigibilità e l’introduzione, per la prima volta, delle riduzioni ed esenzioni dalla tassa rifiuti per disagio ambientale, riconoscendo un equo indennizzo a coloro che risiedono nelle zone limitrofe ai siti di raccolta e smaltimento.”

“Una particolare attenzione è stata rivolta alle famiglie e al sociale, introducendo concrete agevolazioni per i nuclei numerosi, per facilitare i casi di coabitazioni anziano-badante e prevedendo altresì il rimborso Imu per i contratti di locazione a canone concordato.” “Accanto a queste misure, pari rilevanza è stata riservata agli investimenti, per un importo di 33 milioni di euro, che spaziano dalla manutenzione delle strade e degli edifici scolastici fino al recupero del patrimonio edilizio e storico del territorio, ricordando anche i nuovi interventi previsti nell’Art Bonus 2016. Sono già stati varati i progetti di rivalorizzazione del mercato coperto, degli Arconi, di San Francesco al Prato, della sala Gotica, il cui termine è previsto per il 2017; per il 2018 si prevede invece di completare i lavori di ristrutturazione del complesso di Monteluce, della Biblioteca di Ponte San Giovanni, della Rocca Paolina, senza poi dimenticare il quotidiano lavoro nell’area di Fontivegge.”

“Nonostante i ridotti stanziamenti, sia da parte dello Stato che della Regione, che penalizzano fortemente il Comune, l’Ente si è intelligentemente mosso nella direzione di reperire nuove risorse orientandosi su finanziamenti Europei e privati, strada che auspichiamo si potenzi per il futuro.” “Va dato merito alla Giunta,” conclude il Capogruppo di Fratelli d’Italia “primo fra tutti all’assessore Bertinelli, di aver svolto assieme agli uffici un lavoro attento ed organizzato, elaborando un documento che ci ha permesso di raggiungere gli obiettivi prefissati, ovvero  la riduzione del debito e la riqualificazione della spesa, garantendo ai cittadini una fiscalità più giusta e potenziando gli investimenti.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*