Bettona, Pd Umbria “Non si è avuta forza ricercare soluzioni”

Trasferimento ONAOSI e chiusura Corte d’appello un danno a Perugia

Bettona, Pd Umbria “Non si è avuta forza ricercare soluzioni”

 PERUGIA – “L’ormai prossimo scioglimento del consiglio comunale di Bettona, che fa seguito alle dimissioni del segretario comunale del Pd Paolo Baiardini già rassegnate da qualche settimana, mettono in luce l’inadeguatezza di una classe dirigente che ha dimostrato di non sapersi misurare con le aspettative della comunità bettonese”. Così, in una nota, Andrea Pensi e Gregorio Alteri, rispettivamente responsabile enti locali e portavoce della segreteria regionale del Pd Umbria, e Dante Andrea Rossi, segretario provinciale del Pd di Perugia.

“Malgrado l’impegno delle segreterie regionale e provinciale del Pd nella ricerca di una mediazione, non si è avuta – si legge ancora nella nota – la forza di ricercare soluzioni politiche alla crisi di giunta aperta già da qualche mese, preferendo a questa seppur difficile e laboriosa strada quella più breve di trovare convergenze con le forze politiche di opposizione che in questi anni mai hanno portato un contributo qualificato nel dibattito consiliare.

Sebbene si esaurisce il corso di una intera classe dirigente, resta inalterato il ruolo affidato al Partito Democratico e alle altre forze di centro sinistra nei processi di governo locale e regionale. Per valorizzare questo profilo serve giungere in tempi rapidissimi al commissariamento del circolo affinché si ricostruiscano le condizioni per una rinnovata condivisione programmatica insieme all’affermazione di un nuovo gruppo dirigente. L’auspicio, inoltre, è che il commissario prefettizio che verrà incaricato possa da subito trovare le condizioni per lavorare al meglio per la comunità potendo contare in questo senso sulla collaborazione del Pd ad ogni livello”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*