Proposta di legge dell’on. Giulietti per valorizzare le bande musicali

“Le bande musicali sono strumenti di socializzazione e di aggregazione unici, rappresentano l’identità del patrimonio culturale delle nostre comunità e segnano la storia delle nostre città e del nostro Paese”. E’ quanto affermato dagli on. Giampiero Giulietti ed Emanuele Lodolini, primi firmatari di una proposta di legge per la valorizzazione delle bande musicali.

I due deputati ricordano che con la Legge di stabilità approvata a fine 2015 “è stato stanziato un milione di euro annui per il periodo 2016-2018 per il finanziamento di festival, cori e bande, una misura importante – hanno dichiarato gli on. Giulietti e Lodolini – che segna un riconoscimento significativo e un’inversione di tendenza rispetto al passato ma troppo spesso le bande musicali continuano a vivere autofinanziandosi o grazie alla generosità di coloro che ne apprezzano il valore culturale e sociale.

Questa proposta di legge – continuano i deputati Pd- intende attribuire il meritato riconoscimento del valore artistico, sociale, culturale e formativo delle bande musicali, patrimonio ed espressione delle comunità locali, e promuoverne lo sviluppo, salvaguardandone l’autonomia. A tale fine, la proposta di legge prevede che i gruppi bandistici costituiti in associazione siano ammessi a particolari misure di promozione e di incentivo; una specifica consulta, istituita proprio dalla proposta di legge e presieduta dal Ministro per i beni e le attività culturali, avrà il compito di rilasciare la qualifica di associazione banda musicale, che darà accesso ai contributi.

Per sostenere tali interventi, è prevista l’istituzione di un apposito fondo al quale verrà devoluta ogni anno una percentuale fino al 30% delle vincite non riscosse del gioco del lotto e delle lotterie nazionali e sono inoltre previste ulteriori agevolazioni di natura fiscale, come quelle che favoriscono le erogazioni liberali in favore delle associazioni bande musicali e l’equiparazione delle associazioni bande musicali a quelle sportive dilettantistiche. Infine, la legge incentiva gli scambi culturali con bande straniere, al fine di favorire i rapporti e la conoscenza delle culture popolari anche al di fuori dei confini nazionali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*