Attentanti a Parigi, sindaco e Giunta Corciano si stringono attorno al popolo francese

Attentanti a Parigi, sindaco e Giunta si stringono attorno al popolo francese
SOLIDARIETA' FRANCIA

Attentanti a Parigi, sindaco e Giunta Corciano si stringono attorno al popolo francese

Il Sindaco di Corciano, Cristian Betti e la sua Giunta esprimono la propria solidarietà a tutti i cittadini parigini. “Quanto è accaduto nella capitale francese – evidenziano in una nota – spiazza e lascia esterrefatti. Al presidente Hollande, al sindaco di Parigi Anne Hidalgo, ai francesi va la nostra solidarietà e il nostro cordoglio, a nome di un territorio intero che si riconosce nei principi democratici fondamentali di libertà, uguaglianza, solidarietà. Siamo convinti – sottolineano – che questa tragedia non tocca soltanto la Francia e che ciascun Governo europeo è chiamato in queste ore a gestire una situazione complessa.

Non possiamo che augurarci che l’Europa tutta possa comprendere realmente e decidere cosa fare e quali siano le sue priorità. E’ ormai palese che di sola contabilità e austerity si muore e mai, come la scorsa notte, siamo stati consapevoli di quanto la Francia sia vicina a noi, non solo geograficamente. Serve uno scatto – auspicano Betti e la sua squadra – perché se le priorità continueranno ad essere gli ‘zero virgola’ dei paesi cicala il rischio è subire da spettatori inermi le grandi transizioni politiche, economiche e demografiche che il mondo sta vivendo. L’alternativa è tentare di farne parte e di influenzarne il corso.

Coerentemente con i nostri valori e la nostra storia. Dobbiamo partire da un’Europa dei Popoli, più che da un’Europa delle monete – concludono – che ha purtroppo alimentato solo egoismi e paure.

E se vogliamo evitare che quest’ennesimo, tragico attacco a Parigi, che è il cuore dell’Europa, alimenti ancora più le nostre paure dobbiamo, tutti, fare uno sforzo affinché l’Europa si metta in piedi e scopra, o meglio, riscopra la sua altezza. Intanto, nel nostro contesto provinciale e solo relativamente ‘piccolo’, non possiamo che continuare a riflettere su quanto accaduto, continuando ad operare con unità di intenti e condividendo le medesime convinzioni che storicamente trovarono nella Francia il contesto dal quale diffondersi e che non possono né devono essere messe in discussione da simili attacchi”

Attentanti a Parigi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*